Contenuto riservato agli abbonati

“Lasciateci respirare” 25 anni di battaglie per la comunità

Il Comitato popolare, nato a Monselice, si è mobilitato in tutta la Bassa Padovana. Le lotte contro cementifici, elettrodotti, escavazione dei Colli e centri commerciali. Un esempio per tutto il Veneto

MONSELICE. Un respiro profondo e rigenerante per la Bassa padovana, lungo un quarto di secolo: compie 25 anni il Comitato popolare “Lasciateci respirare”, ed è una ricorrenza celebrata al meglio con l’ultimo risultato ambientale in ordine di tempo, lo stop definitivo all’ipotizzato mega centro commerciale progettato a Due Carrare, a ridosso del gioiello del Catajo.

Un percorso che parte da un funerale dell’aprile 1996, nella chiesa del Carmine a Monselice, dove il parroco don Francesco Buso all’omelia ci va giù secco: «Sono stanco di celebrare funerali di lavoratori dei cementifici».

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori

Video del giorno

Estnord, il rovescio del Nordest: il Tronchetto e i predoni di Venezia

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi