Contenuto riservato agli abbonati

Magazziniere morto schiacciato: Pittarello rischia il processo

Il pm Girlando contesta al presidente della nota azienda di scarpe l’omicidio colposo: scarsa sicurezza

PADOVA. L’accusa? Violazioni in materia di sicurezza sul lavoro così gravi da aver provocato la morte di un dipendente della sua azienda durante l’attività lavorativa. E ora Lucio Pittarello, 63 anni di Legnaro, presidente del consiglio di amministrazione della nota società Pittarello spa, rischia il processo per omicidio colposo.

Il 13 gennaio 2020 nel centro direzionale della storica azienda, con sede a Padova in via Austria, morì il 56enne magazziniere Gabriele Carraro di Legnaro, rimasto schiacciato tra lo stipite della porta del magazzino e la porta posteriore di un camion in retromarcia durante le manovre di accostamento in vista dell’operazione di carico-scarico di scarpe.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori

Video del giorno

Val d'Ega imbiancata: le ferite ricucite di Vaia

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi