Il taglio di capelli non la soddisfa: tenta l’estorsione a un parrucchiere di Campodarsego

Coppia di sinti 21enni nei guai dopo la richiesta di denaro ad un parrucchiere. Il professionista chiama i carabinieri e i due, scappando, centrano un altro mezzo

CAMPODARSEGO  Colore e taglio proprio non sono piaciuti e quindi scatta la richiesta di “risarcimento”. Una richiesta pressante, che porta l’esercente a chiedere l’aiuto dei carabinieri. Ne nasce un parapiglia, con tanto di fuga per la cittadina e ferimento di una malcapitata automobilista.

È quanto accaduto lo scorso 14 luglio a Campodarsego: un episodio che ha visto protagonista due sinti, maschio e femmina, di 21 anni. Entrambi sono stati denunciati per una lunga sfilza di reati.

LAVORO CONTESTATO

Due giorni prima di quella data, da un parrucchiere di Campodarsego si presenta una ragazza, uno dei due futuri denunciati. La 21enne prende regolare appuntamento e passa la mattinata tra le mani del parrucchiere. Alla fine paga il conto – più o meno un centinaio di euro – e se ne va. Il giorno dopo ritorna, accompagnata dal fidanzato, un altro sinti pari età.

«Sono scontenta del lavoro, rivoglio i soldi indietro», denuncia la donna. A supportarla c’è anche il coetaneo. I metodi sono molto insistenti. Non se ne fa nulla, il professionista nega il rimborso: la coppia promette di ritornare e se ne va.

La promessa è mantenuta: il giorno dopo i due sinti si ripresentano nel negozio con la stessa pretesa, ma con metodi ben più pressanti. Si passa alle minacce e al povero parrucchiere non resta che chiedere l’intervento dei carabinieri. I militari si fiondano in negozio e alla vista delle divise i due 21enni se la danno a gambe.

FUGA CON INCIDENTE

Salgono in auto e scappano, in barba all’alt delle forze dell’ordine. Nella concitata fuga, la coppia commette il peggio: l’auto dei sinti prende in pieno quella di un’incolpevole automobilista, una donna del posto. La malcapitata ne esce con un naso fratturato e più di qualche costola rotta: in ospedale, poi, i medici chiuderanno la sua prognosi in 40 giorni.

AUTO ABBANDONATA

Poco dopo l’incidente i due sinti abbandonano la loro auto continuando l’allontanamento a piedi: fondamentale è l’aiuto di un residente, che “segue” la coppia dando preziose indicazioni ai carabinieri. La coppia viene bloccata, riconosciuta dall’esercente e dalla donna ferita nello scontro in auto e quindi denunciata per estorsione (quella verso il parrucchiere), resistenza a pubblico ufficiale (la fuga nonostante l’alt), lesioni stradali e omissione di soccorso, in riferimento all’incidente con la residente.

I due, che non risultano avere precedenti, oggi sono indagati dalla Procura di Padova (pubblico ministero Sergio Dini), che sta cercando di capire se la coppia possa aver compiuto altri tentativi di estorsione a professionisti della zona.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Val d'Ega imbiancata: le ferite ricucite di Vaia

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi