Due Carrare. Rompe le teche per rubare i cimeli del Museo dell’Aria, scoperto: fugge

Il sopralluogo dei carabinieri al Museo dell'aria di Abano 

Furto fallito per l’arrivo di una guida. Il ladro è stato comunque rintracciato e denunciato dai carabinieri: avrebbe dovuto starsene a casa in quanto già agli arresti per un altro colpo, in questo caso andato a segno

DUE CARRARE. Ladro in azione al “Museo dell’aria”.  Per rubare cosa? Alcuni cimeli storici conservati nelle teche del museo, che però non è riuscito a prendere in quanto è stato scoperto da una guida.

I carabinieri di Abano Terme hanno così denunciato in stato libertà in quanto responsabile di tentato furto aggravato, A. M., nato nel 1962, residente a Selvazzano Dentro. Non un volto nuovo per i militari dell’Arma: il ladro pasticcione era infatti già sottoposto alla misura cautelare dell’ obbligo di presentazione in seguito all’arresto eseguito lo scorso 10 luglio, sempre per furto, in questo caso consumato.

I carabinieri  a conclusione di una attività d’indagine siono arrivati ad A.M. quale autore del tentato furto commesso lo scorso 3 luglio u.s., all’interno del “Museo dell’aria” ubicato nel Castello di San Pelagio, in via San Pelagio,  50 di Due Carrare.

Quel giorno il  malfattore, previa effrazione di alcune teche, aveva tentato di impadronirsi di alcuni cimeli storici non riuscendo nel suo intento, dandosi alla fuga poiche’ scoperto da una guida che stava accompagnando alcuni visitatori all’interno dei locali espositivi.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Strage Salvemini, 31 anni dopo: il corteo dei mille studenti

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi