Acceleratore sui vaccini in tutta l’Usl 6: linee aperte di sera e accordo con i pediatri

Ben 84 mila i posti disponibili per la somministrazione delle dosi. Otto scout positivi dopo un’uscita. Rientrato l’allarme in una Rsa dopo i tamponi molecolari

PADOVA. L'Usl 6 preme l'acceleratore - soprattutto - sulla vaccinazione dei giovani. Con due iniziative: l'accordo siglato con i pediatri di libera scelta, per l'immunizzazione dei circa 17 mila ragazzini dal 12 ai 15 anni con Moderna e l'apertura serale del padiglione 6 con cinque linee dalle 18.30 alle 22.30, da domani a venerdì prossimo (weekend escluso).

Quest'ultima, iniziativa, sebbene sia rivolta a tutta la popolazione, punta infatti a intercettare i più giovani. All'Euganea arrivate circa 20 mila nuove dosi: in tutto ad oggi sono 84 mila i posti disponibili; 42 mila le persone già prenotate che da qui a 4 settembre riceveranno la prima iniezione.

 "A quel punto, se riuscissimo a riempire tutti i posti a fine settembre arriveremmo a un'ampia immunità di gregge, con solo il 12,5% della popolazione da immunizzare" commenta il dg dell'Usl 6 Paolo Fortuna.

Intanto da registrare un nuovo cluster in un gruppo di Scout in vacanza fuori regione: 8 i giovani positivi.

Infine, allarme rientrato in una Rsa dove i test rapidi avevano dato un falso positivo in 30 pazienti - "per un problema metodologico" - che, tuttavia, al molecolare sono risultati negativi.

Confermate per sabato i due vax day nei Comuni di Carmignano e di Rovolon, Cervarese e Veggiano. In un’adesione a macchia di leopardo, infatti, in maggior ritardo con la vaccinazione i comuni dell'Alta e del centro-ovest della provincia.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Val d'Ega imbiancata: le ferite ricucite di Vaia

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi