Contenuto riservato agli abbonati

Padova, esce dal carcere grazie alla moglie ma lui la manda in ospedale

Il 33enn ha ripagato la donna con la peggior moneta: aggressioni verbali e persino percosse, tanto da spedire la stessa in ospedale

PADOVA. Era stato condannato a espiare 5 anni di carcere, ma l’accoglienza della sua compagna aveva permesso di garantirgli l’affidamento in prova ai servizi sociali. Lui ha ripagato la donna con la peggior moneta: aggressioni verbali e persino percosse, tanto da spedire la stessa in ospedale.

Per E.R., tunisino di 33 anni, si sono dunque riaperte le porte del carcere. Lo hanno rintracciato gli agenti della Mobile dopo l’ennesima violenza nei confronti della donna che l’ospitava allo scopo di fargli beneficiare dell’affidamento in prova ai servizi sociali. Il 33enne ha precedenti penali per traffico di stupefacenti e inosservanza delle norme sull’immigrazione ed era stato condannato a 5 anni di reclusione in carcere. Ha tuttavia ottenuto l’affidamento in prova ai servizi sociali grazie alla disponibilità offerta dalla sua compagna italiana, che l’ha accolto nella propria abitazione. Per lui è scattato anche uno sconto di pena sulla base del comportamento dei primi mesi.

Recentemente, però, il 33enne si è assentato più volte ingiustificatamente dall’abitazione (risultando così assente ai controlli periodici dei poliziotti della Questura), ma soprattutto ha più volte aggredito verbalmente e fisicamente la compagna.

Venerdì scorso la donna è stata condotta in ospedale: qui ha ammesso le violenze subite, riferendo di aver già invitato l’uomo a cercarsi un altro alloggio, vanamente. La compagna ha peraltro confessato il timore che la situazione fosse destinata al peggioramento, temendo per la propria incolumità.

Il Magistrato di Sorveglianza di Padova ha disposto la provvisoria sospensione dell’esecuzione della pena in affidamento al servizio sociale, ordinando ai poliziotti l’accompagnamento dell’uomo presso il più vicino istituto penitenziario. nicola cesaro

Video del giorno

Yemen, per la prima volta speleologi si calando sul fondo del "Pozzo dell'Inferno" per oltre 110 metri

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi