Al grido di “libertà” a Padova torna il corteo anti Green pass

Una manifestazione rumorosa, ma pacifica, seguita in modo discreto dalle forze dell'ordine, nella quale c'erano dimostranti di tutte le fasce d'età, in particolare giovani famiglie con bambini

PADOVA. Oltre un migliaio di persone hanno preso parte questo pomeriggio a Padova ad un corteo organizzato dai movimenti che si oppongono al green pass e alle vaccinazioni anticovid. Una manifestazione rumorosa, ma pacifica, seguita in modo discreto dalle forze dell'ordine, nella quale c'erano dimostranti di tutte le fasce d'età, in particolare giovani famiglie con bambini.

Anche a Padova sono risuonati i soliti slogan come 'libertà, libertà' 'no al green pass' e 'lasciate stare i bambinì. Il serpentone è partito da piazza del Duomo e, snodandosi per le vie del centro storico, è confluito fino in piazza della Valle. Poche centinaia di persone, invece, hanno caratterizzato la protesta a Verona. I manifestanti hanno scandito lo slogan «uomini siate, non pecore matte», preso in 'prestitò da un celebre verso di Dante nel V canto del Paradiso.

I no green pass in piazza a Padova: "Se non vedete il nazismo, siete o stupidi o nazisti"

La protesta, questa volta autorizzata dalla Prefettura e dalla Questura, al contrario di quella di sabato scorso sfociata nella denuncia di 14 persone, è stata organizzata sotto l'egida di «Verona per la libertà».

Lo striscione è stato esposto davanti a Palazzo Barbieri, sede del municipio. Poche centinaia, circa 400, gli 'irriducibilì anti green pass in Campo Marzio a Vicenza.

Video del giorno

Yemen, per la prima volta speleologi si calando sul fondo del "Pozzo dell'Inferno" per oltre 110 metri

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi