Contenuto riservato agli abbonati

La danza nel sangue, Ilary di Cittadella incanta il pubblico. A 11 anni è campionessa italiana a ritmo di jazz

Ilary Bosompem vive a Laghi di Cittadella e l’anno prossimo inizierà la scuola media

Ai Tricolori di Rimini ha vinto anche l’oro nel Modern, e l’argento in Showdance. Il segreto? Quattro ore di allenamento al giorno con il sorriso

CITTADELLA. La danza nel sangue, la passione e la tenacia di lunghi allenamenti, la capacità di trascinare: è cittadellese la nuova campionessa italiana di danza jazz, ha appena 11 anni, si chiama Ilary Bosompem e vive nella frazione di Laghi. Quasi non andava neppure all’asilo quando ha iniziato a muovere i primi passi di ballo, a farsi cullare dalle note, ad accompagnare movimenti e musica, in un’unica armoniosa sintesi. Nella società “International Dance” di Bassano Ilary è entrata ad appena tre anni e ora qui - oltre alla danza della musica nata a New Orleans - studia anche latino americano, modern-contemporary e showdance.

FORZA DELLA NATURA

Ecclettica, talentuosa, una forza della natura: mamma Elisa Rebellato e papà Kwabena, originario del Ghana, avevano capito fin da subito che la piccola aveva il ritmo nel sangue: «Appena sentiva la musica iniziava a ballare», raccontano i genitori. La strada era già tracciata, quasi naturale. All’epoca la sorellina maggiore Emily frequentava già la scuola di danza, e così mamma e papà hanno iscritto pure la neocampionessa, che a settembre inizierà a frequentare la prima media alla scuola Pierobon di Cittadella. Le doti naturali, però, non bastano: la danza è disciplina, fatica, sacrificio, allenamento. Neanche il talento più cristallino può arrivare a primeggiare senza costanza e tenacia fuori dal comune. Ilary si allena quattro ore al giorno, ogni giorno. E domenica scorsa in Fiera a Rimini, dove si sono svolti i campionati italiani di Danza sportiva, la ragazza ha visto il riconoscimento dei suoi sacrifici: non solo è salita sul gradino più alto del podio nella specialità del jazz, danzando sulle note di Frank Sinatra e della sua “Love”, ma si è aggiudicata anche la medaglia d’argento in showdance e con il suo gruppo ha incantato i giudici nel modern, strappando anche in questo caso l’oro.

SACRIFICI RIPAGATI

La società bassanese ha espresso la propria gioia sui social, ringraziando la grande comunità che ha consentito di arrivare a questi traguardi: «In un anno davvero particolare siamo giunti alla fine dei campionati e siamo super orgogliosi di vedere che tutti i sacrifici hanno portato a incredibili risultati: è un grande orgoglio per tutto l’International Dance Bassano. Grazie per l’impegno e il talento di queste meravigliose ragazze, ai genitori che seguono e supportano sempre e agli insegnanti e assistenti che vi hanno insegnato e allenato. Felici e orgogliosi».

Come ogni campionessa, il traguardo raggiunto non è un punto di arrivo, ma di partenza. Verso un sogno ancora più grande, ovvero diventare la ballerina di una compagnia che possa girare il mondo. Nel frattempo, la spensieratezza dei suoi 11 anni la trascinerà: perché Ilary desidera ardentemente migliorarsi, ma desidera farlo divertendosi. Ore di esercizi e prove. Sempre con il sorriso. 

Video del giorno

Dopo le tartarughine, ecco i delfini: lo spettacolo a Jesolo

Barbabietola con citronette alla senape e sesamo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi