Contenuto riservato agli abbonati

Costi troppo alti, via il contratto. Più di 50 senza riscaldamento a Gazzo

L’azienda che erogava il servizio al quartiere Barker ha comunicato il recesso. Giovedì alle 17.30 il sit in davanti al Municipio. Il sindaco: «Soluzione in arrivo»

GAZZO «Eccessivo costo di gestione», salta il riscaldamento per cinquanta residenti a Gazzo che oggi scendono in piazza. Il caso è esploso nel quartiere Barker, la questione è stata stigmatizzata anche dal consigliere provinciale di FdI Fabio Miotti.

IL CONTRATTO

Cosa è successo? In questi giorni una cinquantina di residenti è stata raggiunta dalla comunicazione di recesso unilaterale del contratto da parte dell’azienda di Rubano che gestisce il teleriscaldamento che serve le loro abitazioni: «Una doccia fredda per gli inquilini dei 4 condomini e delle 5 bifamiliari», osserva Miotti, «che da anni beneficiano di questo sistema diffuso di riscaldamento.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori

Video del giorno

Il primo Airbus A340 atterra in Antartide, l'impresa epocale della Hi Fly apre la via del turismo

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi