Padova, accoltellati per aver perso una scommessa on line

Arrestati dalla Polizia di Stato di Padova quattro giovani per rissa aggravata e uno di loro anche per tentato omicidio

PADOVA.  Domenica pomeriggio la Polizia di Stato ha arrestato quattro ragazzi, due fratelli e due cugini, rispettivamente di 31, 25, 21 e 20 anni per rissa aggravata e il 25enne anche per tentato omicidio. Alle ore 18, a seguito di alcune segnalazioni giunte sulla linea del 113 per rissa in via Rubatelli tra quattro ragazzi, uno dei quali armato di coltello, la centrale operativa ha inviato diverse pattuglie sul luogo indicato.

Sul posto, gli agenti hanno rintracciato uno dei giovani che, ferito, si era rifugiato all’interno del vicino supermercato per chiedere aiuto. Il ragazzo, un 21enne residente a Padova, presentava una profonda ferita all’avambraccio provocata da un coltello, che veniva immediatamente tamponata dagli agenti in attesa dell’arrivo dell’ambulanza.

Nel frattempo la Centrale operativa apprendeva dal personale dell’ospedale civile che i medici stavano ricoverando in prognosi riservata per essere operato d’urgenza un ragazzo di 20 anni ferito all’addome, che si era presentato poco prima da solo al pronto soccorso.

Dalla ricostruzione degli eventi e dalle informazioni rese da alcuni testimoni, gli agenti hanno accertato che poco prima davanti al supermercato era scaturita una rissa tra i quattro ragazzi, due fratelli filippini di 25 e 31 anni titolari di permesso di soggiorno e due cugini italiani di 21 e 20 anni, al termine della quale il 25enne aveva aggredito con un coltello che aveva nello zaino il 21enne, perforandogli il muscolo del braccio e poi il fratello di quest’ultimo all’addome.

Il diverbio, poi sfociato in rissa era, scaturito dal fatto che circa un mese prima i ragazzi si erano sfidati ad un gioco on-line chiamato “mobile Legend” a seguito del quale il 20enne aveva perso 50 euro a favore al 25enne filippino ma la scommessa non era stata mai saldata se non nel primo pomeriggio di doenica da parte del padre del ragazzo che aveva consegnato i soldi al vincitore. Nonostante fosse stato saldato il debito i quattro giovani si erano comunque dati appuntamento in via Rubaltelli e una volta arrivati avevano iniziato ad aggredirsi vicendevolmente fino al ferimento dei due cugini da parte del filippino.

Grazie alla descrizione degli aggressori fornita dalla vittima e dai testimoni, le pattuglie sono riuscite a rintracciare i due fratelli e a sequestrare la maglietta che l’accoltellatore indossava al momento della rissa, recuperata nel corso della perquisizione effettuata nell’abitazione dove i giovani vivevano. Tutti e quattro sono stati arrestati per rissa aggravata e il 25enne anche per tentato omicidio. Il giovane ferito al braccio è stato dimesso con una prognosi di 20 giorni, mentre il cugino è attualmente ricoverato in prognosi riservata.

Video del giorno

Yemen, per la prima volta speleologi si calando sul fondo del "Pozzo dell'Inferno" per oltre 110 metri

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi