Oasi di via Volti Asta per 2 milioni Allarme ecologista

TORREGLIA

Un terreno agricolo di 390mila metri quadrati in via Volti a ridosso del colle Regazzoni, ai confini tra i comuni di Torreglia e Galzignano Terme, con all’interno quattro laghetti per la pescicoltura e la pesca sportiva e dove con gli anni, da quando si è fermata l’escavazione dell’argilla per una fornace di laterizi della zona, si è formato un ecosistema che attira anche numerose specie di volatili.


L’oasi di verde all’interno del Parco Colli è all’asta per oltre 2 milioni di euro. Il primo tentativo di vendita, lo scorso mese di aprile, è andato deserto.

Sembra che su quel paradiso di tranquillità ai piedi dei Colli Euganei, ad un tiro di schioppo dalle terme di Abano e Montegrotto, qualcuno abbia messo gli occhi per realizzare un resort. Una voce che inquieta gli ambientalisti che temono in una speculazione edilizia e si augurano che Comune, Parco Colli e Regione diano precise garanzie che scongiurino nel modo più assoluto una futura variante urbanistica.

«I nostri strumenti urbanistici non consentono alcun cambio di destinazione di quell’area», taglia corso il sindaco Filippo Legnaro. «Capisco che la zona è molto interessante dal punto di vista ambientale, ma per quanto ci riguarda non siamo interessati a nessuna forma di perequazione per compromettere quell’oasi naturale creatasi quando si è fermata l’escavazione del terreno per realizzare laterizi per l’edilizia. Bisogna tenere conto, inoltre, che il vicolo paesaggistico dell’Ente Parco Colli non è facilmente superabile. Ad ogni buon conto da parte del Comune la possibilità di acquistarla non c’è, c’è invece la ferma intenzione di mantenerla così com’è. Cioè a destinazione agricola». –––

Gianni Biasetto

Video del giorno

Calcio, prima categoria Piemonte: allenatore rifila un pugno all'arbitro in campo

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi