Marcato solidale con don Favarin: «Avanti tutta, grazie per quello che fai»

L’assessore regionale: «Ha la forza e la caparbietà di togliere alla mafia nigeriana e tunisina giovani dediti allo spaccio»

PADOVA. “Non posso che esprimere tutta la mia vicinanza a don Favarin di fronte ad un atto intimidatorio come quello subito con la devastazione del Campus Kidane di Padova. Di fronte un’azione del genere, nei confronti di un uomo che ha la forza e la caparbietà di togliere alla mafia nigeriana e tunisina giovani dediti allo spaccio e offre loro un’occasione di riscatto attraverso il lavoro si può solo manifestare una forte vicinanza”.

Così l’Assessore regionale allo sviluppo economico Roberto Marcato esprime solidarietà al sacerdote e sdegno per gli atti intimidatori subiti nei giorni scorsi da don Favarin che dal 2021 opera a Padova nel reinserimento dei giovani attraverso Comunità di accoglienza.

“Colgo l’occasione per esprimergli tutta la mia gratitudine personale e nel mio ruolo di assessore regionale per l’enorme lavoro che svolge e sostiene a favore dell’intera comunità padovana con l’invito a non mollare” conclude l’Assessore Marcato.

Video del giorno

Tamberi medagliato: "Cari padovani, cari veneti, un pezzetto è anche vostro"

Frittata con farina di ceci e zucchine

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi