Contenuto riservato agli abbonati

Lite e pugni, i baby vandali di Albignasego colpiscono ancora

Al campo di calcio i due minorenni hanno offeso una ragazza e colpito il fidanzato che l’aveva difesa. Denunciati per lesioni

ALBIGNASEGO. Non si tratta solo di ragazzate per passare il tempo: la coppia di minorenni denunciata dai carabinieri di Albignasego dopo aver danneggiato una vettura lo scorso 28 maggio, è stata denunciata per un altro episodio e per tutt’altro reato: quello per lesioni volontarie in concorso.

Pochi giorni più tardi, mercoledì 2 giugno, i due ragazzini si sono resi responsabili di un’aggressione ai danni di un ventenne veronese, che aveva difeso l’amica con cui stava passeggiando, apostrofata dai due con epiteti e commenti piuttosto pesanti.

Quando il ragazzo li aveva affrontati, loro lo avevano schiaffeggiato pesantemente: il giovane veronese, fattosi medicare al pronto soccorso, è stato dimesso con una prognosi di guarigione di tre giorni.

L’episodio risale al pomeriggio del due giugno: i due ragazzi, un diciassettenne di Albignasego e un sedicenne di Maserà, stavano passando nel quartiere di San Lorenzo quando hanno notato la coppia di giovani, che stava parlando seduta sui gradini del campo di calcio: un giovane di 19 di Bussolengo, in provincia di Verona, e una minorenne di Albignasego.

Si sono avvicinati loro con un pretesto e poi hanno iniziato a fare apprezzamenti pesanti, anche a sfondo sessuale, nei confronti della ragazzina, insultando poi, senza motivo, il fidanzato. Il quale li ha affrontati, difendendo la giovane e chiedendo loro di smetterla e di lasciarli in pace: per tutta risposta gli hanno sferrato un colpo in pieno volto, causandoli una contusione.

I due aggressori se ne sono quindi andati, allontanandosi come nulla fosse; il giovane è andato invece a darsi visitare al pronto soccorso, mentre la giovane si è rivolta ai carabinieri, raccontando l’accaduto e identificando con certezza gli autori delle molestie e delle percosse.

I militari li hanno quindi nuovamente denunciati, stavolta appunto per lesioni volontarie in concorso. Sono gli stessi due giovani che la sera del 28 maggio si erano divertiti a salire sulle auto in sosta in via San Tommaso, mentre altri cinque coetanei assistevano alla scena. Avevano fatto un bel po’ di confusione sotto le finestre delle abitazioni, fino a trovare divertente salire sulle automobili per camminare sopra i tettucci. Dai e dai, forza di pestarci sopra, il lunotto posteriore di una Fiat Croma, di proprietà di un uomo di 34 anni del luogo, era andato in frantumi.

L’uomo aveva sporto denuncia e grazie alle testimonianze dirette di alcuni testimoni e alle immagini delle telecamere della zona, i carabinieri di Albignasego erano riusciti a risalire all’identità dei due minorenni, conosciuti in quanto, nel corso dei servizi di controllo, nei mesi precedenti, avevano identificato tutti i giovani che si ritrovano nei parchi del paese. Una volta sentiti in caserma, hanno ammesso la responsabilità: ma questo non ha evitato una denuncia per danneggiamento in concorso. ––

Video del giorno

La moglie, Elena Panciera, ricorda tra le lacrime il marito Federico Lugato

Barbabietola con citronette alla senape e sesamo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi