Contenuto riservato agli abbonati

Monselice, violento scontro auto-moto. Gravissimo l’orefice Fabrizio Ferro di Este

Ferita la moglie che viaggiava con lui sulla Bmw, il guidatore della Mercedes in ospedale per controlli

MONSELICE. Violento schianto tra auto e moto, gravissimo il centauro alla guida, si teme per la sua vita. Alle 16 di mercoledì  all’incrocio della statale 10 tra via Colombo e via Ca’ Oddo una moto nera modello Bmw proveniente da Este è entrata in collisione con una Mercedes cabrio grigia proveniente da Padova in manovra di svolta a sinistra verso la frazione di Ca’ Oddo.

L’impatto è stato tremendo, la moto è entrata nella parte anteriore dell’auto, finendo ribaltata su se stessa con le ruote in aria. Il centauro alla guida, Fabrizio  Ferro di 57 anni residente ad Este, che viaggiava in sella con la moglie, è stato sbalzato dal veicolo: volo di alcuni metri nell’aria e impatto fortissimo con il suolo.

Il suo corpo è rimasto steso immobile sull’asfalto tra i pezzi di carrozzeria andati in frantumi. La coniuge, R. E. di 61 anni, di Este, nell’impatto è caduta a pochi metri dalla moto riportando numerosi traumi. Gli automobilisti presenti hanno allertato subito il Suem 118 arrivato da Padova che ha prestato le prime cure sul posto. Ferro è il titolare della gioielleria omonima di via Matteotti a Este.

RIANIMATO PIU’ VOLTE

Le condizioni dell’uomo sono apparse subito gravissime ed è stato rianimato più volte nell’ambulanza prima di essere trasportato con l’elisoccorso all’ospedale di Padova dove è ricoverato in prognosi riservata.

La moglie è stata trasportata con l’ambulanza all’ospedale di Piove di Sacco dove le sono stati riscontrati numerosi traumi, ma anche se è ancora ricoverata non è in pericolo di vita.

Alla guida della Mercedes c’era C.G., ventiduenne residente a Galzignano, che è stato portato agli ospedali riuniti Padova sud di Schiavonia per accertamenti. Sul posto dopo pochissimi minuti sono arrivati gli agenti di Polizia locale di Monselice per i rilievi e i pompieri di Este che hanno provveduto a mettere in sicurezza i veicoli e a liberare la strada.

Il comandante della Polizia Albino Corradin con i colleghi sta portando avanti le indagini, che grazie alle telecamere e ai t-red presenti mostrano immagini chiarissime dell’accaduto. Sembra che entrambi i veicoli viaggiassero a velocità elevata, ma al momento non è ancora chiaro se la precedenza e i semafori siano stati rispettati. Nella mattinata di giovedì sono stati sentiti anche due testimoni, una donna di Bagnoli e un uomo di Monselice, presenti al momento dell’impatto.  

Video del giorno

Appartamento a fuoco all'Arcella, ecco l'intervento dei vigili del fuoco

Gelato vegan al latte di cocco e ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi