Contenuto riservato agli abbonati

Mai di domenica a Cittadella, Busitalia: «Non c’è richiesta»

L’orario estivo conferma l’assenza di corse: disagi per badanti e chi non ha l’auto. Poche le alternative con i treni regionali per l’Alta, un servizio in meno per i turisti

CITTADELLA. «Mai di domenica» come recita il titolo del vecchio film di Jules Dassin, per gli utenti di Busitalia Veneto (80% Fs e 20% comune di Padova) che si spostano sulla linea da Padova Autostazione sino a Bassano del Grappa, via Limena, Curtarolo, Campo San Martino, San Giorgio in Bosco, Cittadella, Rosà.

Per il secondo anno consecutivo, infatti, con l’orario festivo estivo extraurbano di Busitalia, entrato in vigore l’altro l’8 giugno, le corriere da e per Bassano via Cittadella resteranno in deposito per tutta l’estate. Ossia a giugno, luglio ed agosto.

Il servizio sospeso in tutti i giorni festivi sul percorso della Valsugana inferiore ha già provocato le prime proteste domenica 6 giugno in genere da parte di utenti come gli immigrati che non hanno l’auto per muoversi e in particolare delle badanti che abitano a Padova e devono raggiungere il cittadellese anche alla domenica.

Agli utenti che non possono più utilizzare il pullmann nei festivi resta pur sempre la possibilità di spostarsi in treno con la linea ferroviaria Padova-Camposampiero-Fratte– Villa del Conte-Cittadella-Bassano, ma basta dare un’occhiata anche all’orario di Trenitalia per verificare che le opportunità di raggiungere Cittadella ed i paesi vicini sono, effettivamente, pochissime.

Sono solo due i treni regionali ad andamento lento, ossia che fermano in tutte le stazioni a circolare anche nei giorni festivi. Ossia quelli che partono da Padova alle 15. 16 e alle 19.16 come ultima corsa utile. Tutti gli altri regionali circolano soltanto nei feriali. Ad esempio quelli delle 8. 16 da Padova con arrivo a Cittadella alle 8. 59. L’unica possibilità di raggiungere la città murata, nelle fasce orarie in cui non ci sono treni diretti, resta quella di andare a Cittadella prendendo un primo treno per Castelfranco e salire su quello, sempre regionale, che si sposta sul percorso Treviso-Castelfranco-Cittadella-Vicenza.

Sia i vertici di Busitalia Veneto che quelli della Provincia di Padova sostengono che hanno deciso di sospendere il servizio nei giorni festivi perché non ci sarebbe richiesta da parte degli utenti. Immediata la risposta dei sindacati di categoria. «Effettivamente la Provincia e Busitalia ci hanno confermato che sulla linea Padova-Cittadella-Bassano del Grappa alla domenica non ci sarebbe domanda» sottolinea Andrea Rizzo, della Filt-Cgil «Come abbiamo fatto già l’anno scorso, chiederemo all’azienda guidata dall’ad Franco Ettore Viola, di effettuare verifiche periodiche per monitorare nei dettagli la domanda anche perché la sospensione del servizio crea disagi non solo a quelli che devono raggiungere Cittadella e Bassano del Grappa, ma anche agli utenti che, anche alla domenica, devono raggiungere da Padova i paesi intermedi, tra cui Paviola, San Giorgio in Bosco e Campo San Martino. Per non parlare dei disagi che dovranno subire anche i turisti, che, proprio nei giorni festivi, vanno a visitare le mura storiche di Cittadella e il Ponte degli Alpini, a Bassano, riaperto di recente dopo un lungo e qualificato restauro».––

Video del giorno

Appartamento a fuoco all'Arcella, ecco l'intervento dei vigili del fuoco

Gelato vegan al latte di cocco e ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi