Contenuto riservato agli abbonati

Blindata la movida del dopo coprifuoco a Padova. Vigili nelle piazze fino alle 7 del mattino

Vertice tra Bonavina e il comandante Fontolan in vista del probabile affollamento di universitari stasera in centro

PADOVA. Se lunedì è stata la sera della “prova generale” con piazza dei Signori super affollata nel primo post-coprifuoco, stasera sarà quella della movida iperblindata.

Un maxi schieramento di vigili, fino a mattina, controllerà che non ci siano eccessi.

Il mercoledì, per antonomasia “universitario”, è infatti uno dei giorni in cui i giovani escono di più la sera, insieme al venerdì e al sabato. L’obiettivo è evitare che si creino pericolosi assembramenti, ma anche comportamenti esagerati da fine lockdown come si sono visti in passato. Per questo, stasera e per tutta la notte verrà aumentato il controllo della polizia municipale. Fino alle 7 del mattino il centro e le piazze saranno costantemente presidiate dai vigili.

«Io e il comandante dei vigili Fontolan ci siamo riuniti proprio per organizzare il mercoledì sera», ha spiegato l’assessore alla Sicurezza Diego Bonavina, «Se in questi primi due giorni senza coprifuoco abbiamo messo in campo quattro pattuglie e otto uomini, domani ci saranno due pattuglie e quattro uomini in più. Un primo turno andrà dalle 19 all’una, un secondo turno dall’una alle sette del mattino».

Gli agenti non staranno fermi in un unico punto ma gireranno le zone più calde del centro: piazza dei Signori, il Duomo, il ghetto fino a via Roma.

«Come già hanno fatto lunedì sera, gli agenti gireranno in auto e si fermeranno dove vedranno movimento. Se ci sarà la necessità interverranno per richiamare all’uso della mascherina e al distanziamento. Spesso basta vedere la pattuglia passare per non andare fuori dalle righe».

Sicuramente la voglia di uscire e di stare con gli amici è forte tra i giovani padovani. Reduci da mesi di serate passate in casa o al massimo all’aperto fino alle 22, poi fino alle 23, i più giovani hanno sete di libertà. Lunedì, nonostante fosse uno dei giorni normalmente più tranquilli della settimana, in tanti hanno fatto le ore piccole. Piazza dei Signori, i tavolini dei bar, la scalinata della Gran Guardia, i sottoportici, erano gremiti di ragazzi e ragazze. Qualcuno preso dall’entusiasmo alzava un po’ la voce, qualcun altro accendeva la musica a tutto volume da una piccola cassa portatile. Il tutto sotto gli occhi attenti dei vigili che hanno evitato degenerazioni.

«Sono uscito anch’io lunedì sera per capire com’era la situazione», ha detto l’assessore Bonavina, «Piazza dei Signori era sicuramente il fulcro della movida, all’una era ancora piena di giovani, il Duomo e il ghetto invece si sono svuotati verso la mezzanotte. Le altre zone del centro erano poco frequentate».

La speranza dunque è che mercoledì si replichi.

Video del giorno

Appartamento a fuoco all'Arcella, ecco l'intervento dei vigili del fuoco

Gelato vegan al latte di cocco e ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi