Contenuto riservato agli abbonati

Colpo grosso alla Latteria sociale di Gazzo. Rubate 20 forme di Grana Padano. Il bottino sfiora i seimila euro

Il presidente Giuliano Rizzo e il deposito del caseificio

Il presidente Rizzo: «I ladri sapevano dove mettere le mani, erano in tanti, hanno spostato pannelli ed hanno pure preso un pezzo di tendone da un artigiano vicino, costruendo una specie di impalcatura per nascondere il sensore dell’allarme e cercare di non farsi beccare ed agire indisturbati»

GAZZO. Tagliano la recinzione e le inferriate e si portano via seimila euro di grana padano di qualità, ma il bottino avrebbe potuto essere più consistente: l’allarme li ha messi in fuga.

Una banda si è introdotta nella notte tra venerdì e sabato nel magazzino della Latteria sociale di Gazzo, lungo via Roma a due passi dal centro del paese. Una realtà storica, quella presa di mira dai malviventi, una cooperativa famosa per le forme dell’amatissimo formaggio.

A ricostruire l’accaduto è il presidente, Giuliano Rizzo: «I ladri sapevano dove mettere le mani, sono andati a botta sicura, al 100%.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori

Video del giorno

Cherchi: ex della Mala del Brenta invecchiati ma ancora molto pericolosi

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi