Contenuto riservato agli abbonati

Padovano arrestato in Indonesia: è in carcere per corruzione

Fabio Nizzardo, 43 anni di Brugine, sarebbe implicato nella compravendita di 30 ettari di terreno che avrebbe causato perdite allo Stato vicine agli 8 milioni di euro

BRUGINE. Un cittadino italiano di Brugine, Fabio Nizzardo, è rinchiuso dal 20 gennaio in carcere in Indonesia con l’accusa di corruzione. E’ questa l’informativa giunta nelle ultime ore in Procura a Padova, sul tavolo del pm Marco Brusegan.

Nizzardo è stato arrestato dagli investigatori dell'Alta Procura di Nusa Tenggara Orientale. Il padovano, 43 anni, di cui molti ormai spesi nell’isola del sud-est asiatico (è titolare con il fratello di un importante ristorante a Flores), sarebbe protagonista di un caso di corruzione che riguarda la vendita di terreni a Labuan Bajo, nella reggenza di West Manggarai, costata allo stato 1,3 trilioni di rupie.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori

Video del giorno

Strage Salvemini, 31 anni dopo: il corteo dei mille studenti

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi