Contenuto riservato agli abbonati

Selvazzano, spaccata notturna con il suv al Racing Bike

Il botto alle 3 e mezzo: negozio devastato, i ladri portano via 10 biciclette Bianchi del valore totale di cinquantamila euro

 SELVAZZANO. Hanno abbattuto la serranda della vetrina laterale del negozio Racing Bike Specialized di Selvazzano utilizzando come ariete un suv Honda Hrv, rubato lunedì 17 maggio a Poviglio, in provincia di Parma, e sono fuggiti con una decina di biciclette top di gamma del marchio Bianchi caricato su un altro mezzo. Il valore della refurtiva si aggira sui 40/50 mila euro e a questa cifra vanno aggiunti gli ingenti danni alla vetrina, agli espositori dell’abbigliamento e alle bici, creati dalla vettura-ariete abbandonata nel negozio. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Mestrino e di Padova e i vigili del fuoco di Abano che hanno messo in sicurezza il negozio.

LA SPACCATA

Erano circa le 3. 30 del 19 maggio mattina quando il commando è entrato in azione. «Abbiamo sentito un tremendo boato nel cuore della notte che ha fatto tremare le pareti del palazzo, siamo sobbalzati dal letto, credevamo fosse scoppiata una bomba», affermano gli inquilini del condominio all’angolo tra via Euganea e via Garda che, al piano terra, ospita l’avviata rivendita di biciclette e accessori per il ciclismo di proprietà di Gianni Morbiato.

Il suv utilizzato come ariete dai ladri e abbandonato nel negozio

I ladri per la spaccata hanno scelto la vetrina laterale, quella più nascosta lungo via Garda. Si sarebbero preparati la fuga alcune ore prima, togliendo uno dei paletti di ferro a protezione del negozio e parcheggiando un loro mezzo vicino al marciapiede per assicurarsi così che non ci fossero ostacoli al momento di scappare lungo via Euganea. Il colpo è stato messo a segno in pochi minuti con l’impianto d’allarme del negozio attivo.

IL TITOLARE

Gianni Morbiato, titolare del negozio e del magazzino che si trova in via Bracciano, mezzo chilometro più avanti verso Tencarola, non sa più a che santo votarsi. Appena due settimane fa, il 4 maggio, i ladri erano entrati nel magazzino attraverso una vasistas ed erano fuggiti con una ventina di telai. «Non è possibile andare avanti così, finora siamo stati derubati una decina di volte», afferma Morbiato «Quando mi è arrivato il messaggio d’allarme mi sono precipitato in negozio e ho visto una devastazione, i danni sono molto ingenti e anche se siamo assicurati ogni volta ci rimettiamo decine di miglia di euro. In quindici giorni abbiamo subito danni per oltre 100mila euro. La notte non si riesce più a dormire con la paura che da un momento all’altro arrivi il messaggio dell’intrusione”.

ESCALATION DI FURTI

Negli ultimi mesi in provincia si è registrata un’escalation di furti di biciclette. La maggior parte di fascia alta. I commercianti sono allarmati perché non sanno come difendersi e i malviventi non si fanno intimorire da allarmi e telecamere di videosorveglianza. Selvazzano sarebbe molto appetibile dai predoni perché comoda all’ingresso della bretella Boston.

Video del giorno

Dopo le tartarughine, ecco i delfini: lo spettacolo a Jesolo

Barbabietola con citronette alla senape e sesamo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi