Contenuto riservato agli abbonati

“Il Serprino non si tocca”, lo spot provocatorio dei sindaci dei Colli Euganei

Richiamando una storica pubblicità anni ‘90, i primi cittadini di 15 Comuni si improvvisano attori per chiedere l’unicità del frizzante vino euganeo

VO’. La storia della pubblicità e la provocazione dei sindaci per difendere il Serprino, il frizzante vino bianco dei Colli Euganei. E’ la brillante iniziativa di sensibilizzazione voluta dal Consorzio per la Tutela dei Vini dei Colli Euganei e i primi cittadini dei comuni di quel territorio.

I sindaci dei Colli Euganei si schierano in un forte e compatto fronte comune per difendere la paternità del Serprino, messa in discussione dalla modifica del decreto sull’etichettatura sul tavolo del Ministero dell’Agricoltura.

Video del giorno

Checco Zalone in festa sulla barca dell’oligarca

Insalata tiepida di cous cous con ceci neri, cipollotti e tonno

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi