Contenuto riservato agli abbonati

Distratti i fondi Ue per i corsi: l'ex assessore regionale Iles Braghetto va a processo a Padova

I due sono anche accusati di simulazione di reato: avrebbero infatti dichiarato ai carabinieri il falso, quando nell’ottobre del 2013 denunciarono di essere stati derubati di computer e documenti relativi alla Alf

PADOVA. L’ex assessore regionale Iles Braghetto e il suo socio padovano Marco Spiandorello hanno ricevuto quasi 7 milioni di euro dalla Regione Veneto, tra il 2011 e il 2014, per organizzare corsi di formazione professionali per estetiste e parrucchiere: milioni di euro che in parte – secondo l’accusa mossa dal pubblico ministero Laura Cameli – invece che essere spesi per gli stipendi degli insegnanti o l’acquisto dei materiali per le lezioni, sarebbero andati in spese personali o impiegati per pagare fatture sovrastimate a favore di altre imprese di Spiandorello, come la Alf Servizi.

Nello specifico, dei 3 milioni e 700 mila euro di fondi assegnati dalla Regione al Centro di Formazione Professionale Ipea di San Donà, del quale Braghetto risulta essere stato legale rappresentante e Spiandorello quale amministratore di fatto, un milione e mezzo avrebbe avuto destinazioni “private”; così per 740 mila euro dei 3 milioni assegnati all’Agenzia Formazione Lavoro.


I due sono anche accusati di simulazione di reato: avrebbero infatti dichiarato ai carabinieri il falso, quando nell’ottobre del 2013 denunciarono di essere stati derubati di computer e documenti relativi alla Alf. Ieri il giudice per le indagini preliminari Andrea Battistuzzi, ha disposto il rinvio a giudizio. Le difese respingono ogni addebito.

Il processo di svolgerà a Padova, perché qui sarebbe stato messa a segno un’altra delle contestazioni mosse dalla Procura: accesso non autorizzato alla banca dati ad opera dell’agente padovano Giuseppe Turi, che su richiesta di Spiandorello avrebbe fatto visure nella banca dati dell’Agenzia delle Entrate, ai danni di funzionari regionali che avevano sollevato il caso. A giudizio, si è costituita come parte civile anche la Regione Veneto.

Iles Braghetto, di professione insegnante di religione, è stato per molti anni consigliere regionale a Palazzo Ferro Fini ed anche assessore regionale alla sanità. Nella sua carriera politica anche il ruolo di vicesindaco di Padova (nella prima giunta Zanonato dal 1993 al 1995) e anche un mandato da europarlamentare con l’Udc dal 2005 al 2009, dove è stato proclamato in sostituzione di Antonio De Poli che aveva optato per la carica di assessore regionale. —

roberta de rossi
 

Video del giorno

Cumuli di immondizia e rifiuti ingombranti abbandonati all'Arcella

Gelato vegan al latte di cocco e ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi