Contenuto riservato agli abbonati

Veterinario morto in pista: è stato un incidente di gara, nessuna inchiesta

Il corpo di Boaretto fino a domani resta nell’ospedale fiorentino. Il manager del suo Motoclub: «Al paddock tutti volevano bene a Stelvio» 

ALBIGNASEGO. La salma di Stelvio Boaretto, il 59enne veterinario padovano morto domenica 9 maggio in un tragico incidente durante una prova della Coppa Italia Amatori di motociclismo sul circuito toscano del Mugello, resta a disposizione delle autorità fino a domani nell’ospedale Borgo San Lorenzo di Firenze anche se viene esclusa l’autopsia. Non è stata infatti aperta un’inchiesta perché la tragica carambola che ha coinvolto Boaretto è stata catalogata come incidente di gara, di quelli che accadono lungo le piste e che quasi sempre si risolvono senza gravi conseguenze.

Dinamica chiara


«La dinamica è chiara, abbiamo visto il filmato, non esistono responsabilità di qualche pilota: poteva essere un incidente come gli altri, invece si...

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori

Video del giorno

Natale a Padova: il mapping sulle facciate del Duomo e di Santa Giustina

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi