Contenuto riservato agli abbonati

Centri estivi a Padova, già iscritti duemila bambini

Boom di prenotazioni per le attività dei ragazzi dopo la chiusura delle scuole. Mancano i protocolli, c’è l’esperienza del 2020

PADOVA. È iniziata la corsa ai centri estivi, che partiranno il 7 giugno. Sono già duemila i bambini tra 3 e 14 anni pre-iscritti alle attività organizzate dalle società sportive e dalle associazioni in città. La fascia d’età coinvolta conta circa 22 mila bambini e, di questi, il 10% tradizionalmente frequenta i centri estivi; inoltre bisogna aggiungere i bambini da 0 a 5 anni che, da luglio, frequentano i campus nelle scuole dell’infanzia. Quest’anno siamo ancora in emergenza Covid, ma un’estate pandemica già archiviata (quella dell’anno scorso) ha gettato solide basi per protocolli sicuri.

L’esperienza dello scorso anno


Se l’anno scorso i centri estivi sono stati all’insegna delle regole e della paura dei positivi, quest’anno tanto i gestori quanto le famiglie sono molto più sereni. Infatti sono tutti ai ranghi di partenza anche se né il Ministero né la Regione hanno ancora fornito le linee guida, in particolare il rapporto numerico bambini-educatori che determina i costi. Le stime sono da 60 a 190 euro a settimana: dipende naturalmente dalla fascia oraria, se con o senza pranzo e dalle attività scelte. Dalla scorsa settimana sono iniziate le pre-iscrizioni, da questa settimana gli open-day per i genitori. Le famiglie stanno facendo a gara a chi iscrive prima i figli, terrorizzati di non trovare posto. Tanto da dar vita al fenomeno della pre-iscrizione, senza che tutte le associazioni abbiano fissato i costi settimanali.

Tutte le attività in programma

Il Parco Fenice ha già messo in calendario l’open day “Fenice Summer Camp 2021” per sabato 29 maggio, dalle 11 alle 12. Hanno già scelto di mantenere l’organizzazione restrittiva del 2020: ogni gruppo – chiamato “bolla” – avrà ad uso esclusivo uno spazio all’aperto e uno al chiuso, così come per i servizi igienici. Quest’anno il Fenice inaugura un progetto con il Bo che prevede laboratori di regolazione emotiva, utili sopratutto dopo le lunghe imposizioni della pandemia. Non sono stati aumentati i prezzi (da 149 a 189 euro) ed è coperta la fascia 7.30-17.

Sempre in mezzo al verde, all’interno del parco Farfalle di Mortise, la scuola di equitazione Pegaso introduce i bambini al meraviglioso mondo dei pony e, da quest’anno, delle farfalle con il primo farfallaio della città. Il centro estivo si chiama “Liberi in natura”, ospiterà i bambini dal 7 giugno al 3 settembre (con pausa dal 9 al 15 agosto), prevede tre fasce orarie (dalle 8.30 alle 17) e costa da 105 a 160 euro.

Le società sportive

Pronti anche al Cus che organizza i centri estivi da 29 anni. Nell’edizione 2021 inizieranno dal 14 giugno, quelli full-time negli impianti Merigliano di via Jacopo Corrado, dalle 8 alle 16.30 (costo da 105 a 120 euro, più 5 euro di tesseramento); quelli part-time in via Giordano Bruno, dalle 8 alle 13 30 (da 55 a 70 euro, più 5 euro di tesseramento). Tra le società sportive i centri estivi del Vertigo di Terranegra saranno a numero chiuso, massimo 42 partecipanti, dal 7 giugno al 10 settembre, con copertura oraria dalle 8.30 alle 18, da 80 a 140 euro. Sempre tra le società sportive al parco Morandi si inizia il prossimo 7 giugno e la stima dei costi è da 50 a 120 euro. Stessi costi stimati dalla Sport Project che organizza i centri estivi (dalle 7.30 alle 16.30) in diversi quartieri: Guizza, Mandria, Voltabarozzo e Albignasego.

Infine capitolo a parte per le fattorie didattiche di Confagricoltura Veneto, come l’agriturismo Monte Sereo a Bastia di Rovolon; la fattoria del Flauto Magico a San Giorgio in Bosco; La Buona Terra a Cervarese Santa Croce e il Boschetto delle Lepri a Piacenza d’Adige. In forse invece i grest parrocchiali che aspettano di vedere le linee guida prima di pronunciarsi. —
 

Video del giorno

Roma, stazione Termini: poliziotto spara alle gambe di un sospetto durante un fermo

Gelato vegan al latte di cocco e ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi