Contenuto riservato agli abbonati

Botte e violenza in piazza Duomo. Pestati i camerieri, aggrediti gli agenti

Una scena della rissa

Vigili strattonati  da un ventenne e dalla sua fidanzata, arrivano in forze polizia e carabinieri: «Attenti, torno con la pistola»

PADOVA. Ancora piazza Duomo con le violenze della movida incontrollata. Un’altra rissa con quattro camerieri picchiati, due vigili strattonati, poliziotti e carabinieri che intervengono in forze per fermare un giovane fuori di sé e la sua banda di amici. Non c’è pace per questo angolo di centro storico, nemmeno con il regime di soli posti a sedere imposto dalla pandemia. Ieri poco prima delle 20 è finita ancora una volta a botte. «Una situazione pericolosa e fuori controllo», testimonia Massimiliano Pellizzari, presidente dell’associazione dei commercianti del centro, presente per caso quando è successo tutto.

La piazza era piena, la gente seduta ai plateatici dei locali, i giovani a passeggio a gruppi tra Ghetto e sagrato del Duomo. Improvvisamente la situazione degenera e tutto inizia con le intemperanze di una ragazza, la fidanzata del violento fermato dalla polizia. Ha iniziato a prendere a calci la porta d’ingresso del bar Gancino. «L’ho osservata a lungo sperando che la smettesse» racconta Denis, addetto alla sicurezza del locale. «Ha calciato la porta, la lavagna con scritto il menù, l’ingresso del vicino panificio. A un certo punto è entrata a dare fastidio ai clienti e allora sono intervenuto». 

[[ge:gelocal:mattino-padova:padova:cronaca:1.40249119:Video:https://video.mattinopadova.gelocal.it/locale/il-video-della-mega-rissa-in-piazza-del-duomo-a-padova/147818/148501]]

Subito è accorso il fidanzato della ragazza, un ventenne di origini albanesi, che si è fatto largo a pugni e spintoni. Ha picchiato tre camerieri del locale e poi se l’è presa anche con Tony Imeraj, il titolare. Ha provato a colpire il vigilante, che ha risposto all’aggressione. In quel momento è intervenuto il branco. «Sono spuntati sei o sette ragazzini» testimonia Denis. «Sono volati spintoni, sberle, calci». È intervenuto anche un poliziotto libero dal servizio, nel momento in cui ha visto che due vigili urbani sono stati spintonati dal ventenne.

L'intervento delle forze dell'ordine in piazza Duomo

Sul posto sono accorse le pattuglie della polizia e dei carabinieri ma non è stato facile fermare ragazzo, ormai completamente fuori controllo e sempre più minaccioso.

«Ho ripreso tutta la scena» racconta Pellizzari. «L’ho fatto perché ho visto i vigili in difficoltà, io sono testimone di come abbiano mantenuto la calma anche in una situazione così pericolosa. Alla faccia di chi li ha criticati quando hanno fermato quel giovane in bici».

Alla fine il ventenne che ha dato origine alla rissa è stato immobilizzato, caricato in volante e accompagnato in Questura. A tarda sera non era ancora chiara la sua posizione dal punto di vista giudiziario.

«Noi tutti faremo denuncia, perché cose del genere non possono accadere» si sfoga il titolare del Gancino. «Noi tutti sporgeremo denuncia. Ha rotto un dente a un mio cameriere e ferito un altro collega. I suoi amici ci colpivano da dietro in mezzo ai tavolini. Non so cosa sarebbe successo se non fosse intervenuto il nostro addetto alla sicurezza». La polizia ha acquisito i filmati ripresi da Pellizzari per ricostruire la dinamica dei fatti. —

RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

Appartamento a fuoco all'Arcella, ecco l'intervento dei vigili del fuoco

Gelato vegan al latte di cocco e ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi