In vendita il palazzo dove nacque Ruzante e che ospitò Garibaldi

La Difesa mette sul mercato l’ex sede dell’aeronautica in via Umberto. In vetrina anche la Romagnoli e il complesso Barzon

PADOVA. In vendita il palazzo dove nacque Ruzante e dove soggiornò, nel marzo del 1867, Giuseppe Garibaldi. Si tratta di Palazzo da Zara in via Umberto I al civico 100 che il ministero delle Difesa, proprietario dei muri, ha messo sul mercato. È uno dei pezzi pregiati del mercato immobiliare che va ad aggiungersi al complesso Barzon e all’ex caserma Romagnoli.

Palazzo da Zara, in uso all’Aeronautica militare, è costituito da un immobile principale che è il palazzo storico, costruito circa nel’700, da cui si dipartono due ali interne laterali che insieme ad una terza ala trasversale racchiudono un piccolo cortile scoperto; ad esso è adiacente una seconda parte di fabbricati.


Si tratta di uno dei più importanti palazzi storici del Liston e sono in evidenza due antiche targhe commemorative. La prima lapide recita: «Questa fu la casa della famiglia Beolco onde uscì all’Italia il Ruzante – il più geniale autore comico prima del Goldoni». La seconda lapide ricorda il periodo risorgimentale italiano e recita: «Giuseppe Garibaldi nel marzo 1867 con sua breve dimora glorificò questa casa pei secoli».

Questo mentre l’Invimit, la società immobiliare controllata al cento per cento dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, ha fatto sapere che i tre “gioielli dello Stato” di Padova, ossia Palazzo delle Debite, Palazzo Rinaldi e Palazzo Dondi dell’Orologio, che hanno un valore immobiliare complessivo di 31 milioni di euro, sono in vendita. Palazzo delle Debite, chiuso da decenni, ha una superficie di 15.912 metri quadrati.

La pianta originaria risale al Medioevo quando veniva utilizzato come prigione per i debitori. L’attuale immobile è stato realizzato nel 1874 su progetto dell’architetto Camillo Boito. L’ultima perizia catastale gli ha certificato un valore immobiliare di 7.335.000 euro.

Dieci anni fa avevano bussato alla porta dell’Inps per acquistarlo anche gli imprenditori Shamouni e Bulgarella. Palazzo Dondi dell’Orologio Si trova in via Battisti 69. Ex sede dell’Inail dal 1921 ed anche filiale della Cassa di Risparmio e del Banco di Napoli, attualmente ha un valore di 20 milioni visto che lo Stato, per restaurarlo totalmente, vi ha già speso, con un progetto firmato dall’archistar Paolo Portoghesi, 9.652.000 euro. —

Riproduzione riservata


 

Video del giorno

Vitiligo, la malattia in "mostra" nel cortile pensile di palazzo Moroni a Padova

Gelato vegan al latte di cocco e ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi