Rinviato a sorpresa l’accordo con Etra Scontro in Consiglio

L’assessore Lazzaro infuriata: «Imboscata da fuoco amico» La società per ora gestisce la raccolta rifiuti senza contratto 

Gianni Biasetto / SELVAZZANO

Colpo di scena venerdì sera nel corso del consiglio comunale di Selvazzano, convocato per l’approvazione del bilancio di previsione. Il punto 4 dell’ordine del giorno prevedeva il voto sull’affidamento in-house a Etra del servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani per gli anni 2021/2022.


rinvio a sorpresa

Dopo l’illustrazione dei contenuti dell’accordo con la multiutility da parte dell’assessore all’Ambiente Mara Lazzaro e del tecnico comunale Simone Matteazzi, la maggioranza ha deciso di stoppare l’assessore e di rinviare la decisione a data da destinarsi. Scelta caldeggiata in primis dal sindaco Giovanna Rossi e dal presidente del consiglio comunale Enoch Soranzo. Una decisione che ha fatto andare su tutte le furie Lazzaro che su quell’affidamento ci ha lavorato per mesi. Ma ciò che più l’ha fatta arrabbiare, è che i colleghi di maggioranza abbiano atteso la presentazione del progetto e la discussione, durata un’ora, per poi rinviare tutto. Ufficialmente per trovare con Etra, che a Selvazzano attualmente opera senza contratto, soluzioni migliorative per i cittadini.

L’amarezza dell’assessore

«Sono molto amareggiata, mai e poi mai mi sarei aspettata un’imboscata del genere», commenta Lazzaro. «Almeno me l’avessero detto prima della riunione che non c’era la volontà di andare avanti. Con il settore Ambiente abbiamo lavorato un anno per raggiungere quest’intesa che ci permette di evitare aumenti di canone per 600. 000 euro. È previsto un taglio del numero delle raccolte porta a porta, come avviene nei comuni gestiti da Etra».

fuoco amico

Mara Lazzaro ritiene un comportamento scorretto quello dei colleghi di maggioranza. Un “fuoco amico” che le ha fatto rimediare una figuraccia nei confronti dei consiglieri e della cittadinanza. Non è ancora chiaro se quanto successo avrà ripercussioni sulla compagine di giunta. «Valuterò nei prossimi giorni, non è il caso di prendere decisioni a caldo», aggiunge l’assessore. «Perché non mi hanno informato che non c’era la volontà di approvare l’accordo? Non credo che la decisione l’abbiano presa seduta stante». Resta da capire a chi della giunta sarà affidato ora il compito di trattare con Etra. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi