Cinque cucine per il rilancio dell’ex Foro Boario

I giovani imprenditori di Five useranno due delle terrazze con vista Prato. Bressa: «Scommessa sulla ripresa di Padova»



Sono cinque giovani imprenditori e vogliono trasformare uno dei luoghi più prestigiosi della città, l’ex Foro Boario in Prato della Valle, in un locale di livello europeo valorizzando la magnifica terrazza che si affaccio sulla piazza. Il progetto definitivo è ancora top secret e verrà svelato nel corso della terza edizione del Salone dei Sapori, prevista per l’11-13 giugno. «Ci inorgoglisce che questo nuovo ambizioso investimento sia frutto di un gruppo di giovani padovani che scommettono sulla loro città e sulle sue potenzialità», ha commentato l’assessore al Commercio Antonio Bressa.




All’ex Foro Boario la ristorazione digitale incontrerà quella tradizionale grazie all’iniziativa del gruppo di giovani imprenditori padovani, Five srl, che farà rivivere lo storico edificio risalente al 1913. Sarà un luogo dedicato sia alla ristorazione di qualità in presenza, che al servizio di consegna a domicilio, dal pranzo alla cena, passando per l’aperitivo. Un ristorante polifunzionale e hi-tech, frutto di una realtà che un anno fa è nata come servizio di ristorazione a domicilio, ma che unirà delivery e cucina tradizionale. «Con questo progetto abbiamo voluto sviluppare un nuovo format che ancora non si è visto in Italia», spiega Umberto Marzotti, ventottenne ad di Five. «Questa operazione» aggiunge Edoardo Zoppellaro, ventottenne manager di Five, «fino a qualche settimana fa era per noi solo un sogno, un punto eventuale di arrivo. Oggi invece, a due settimane dalla firma, rappresenta per Five un nuovo traguardo». «È stato un lavoro di squadra svolto assieme alla Soprintendenza», aggiunge Marzotti, «il miglior risultato nel pieno rispetto del valore storico e artistico della location di Peretti».



«Che questi spazi tornino alla città, come nuovi luoghi di socialità è sicuramente una notizia estremamente positiva» aggiunge l’assessore alla Cultura Andrea Colasio, «potremo presto godere di due splendide terrazze che si affacciano sul Prato della Valle e sulle statue recentemente restaurate, uno sfondo che non ha eguali in Europa». «È anche grazie all’intraprendenza di imprenditori come questi ragazzi che potremo uscire dalle attuali difficoltà dovute alla pandemia e imboccare la strada della ripresa», aggiunge Bressa. Five nasce come progetto di ristorazione senza sala, ma con “cinque cucine a casa tua”, specializzato nella consegna a domicili. Attualmente il gruppo conta un centro logistico-produttivo in via Sorio, un negozio a brand “Fatty Patty” ad Albignasego, uno a brand “Pokè Factory” sempre ad Albignasego, un “Fatty Patty” in piazza Mazzini e infine è proprietaria del marchio Taco Sal, presente a Mestre, Treviso, Bologna e Verona. —



Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi