Rinviato il processo sui test alterati

Udienza rinviata al 27 settembre davanti a un altro collegio del tribunale. È slittato, dopo la pausa estiva, il processo sui (presunti, finché non c’è almeno una sentenza di primo grado) test alterati a Medicina legale per riottenere la patente di guida.

Il motivo? Il presidente del collegio, il giudice Mariella Fino, è risultata incompatibile per avere firmato la proroga di alcune intercettazioni telefoniche durante l’inchiesta.


Sul banco degli imputati il professor Massimo Montisci (difeso dall’avvocato Emanuele Fragasso), direttore (autosospeso) dell’Unità operativa complessa di Medicina legale e Tossicologia; il dottor Alessandro Nalesso (avvocato Gianluca Savoldi), all’epoca dirigente dell’Azienda Ospedaliera e responsabile della gestione qualità a Medicina legale; due automobilisti trovati positivi alla cocaina, il 53enne Rocco Sbirziola di Abano Terme (avvocati Piero Longo e Anna Desiderio) ed Edoardo Urschitz (avvocato Piero Someda), 54enne di Selvazzano. A tutti è contestato il concorso in abuso d’ufficio, qualificato come la violazione del Codice di comportamento dei dipendenti pubblici. —

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi