Contenuto riservato agli abbonati

«Corpo sepolto, i cani non sentono l’odore». Ecco l’intercettazione che inguaia Mohamed

La moglie Samira è scomparsa a fine 2020. Un dialogo con il cugino fa indirettamente riferimento all’occultamento del cadavere 

ROVIGO. È la fine del 2019, Samira è sparita da due mesi e Mohamed Barbri, il marito oggi imputato per omicidio e occultamento di cadavere, è in macchina con suo cugino di primo grado Azzedine El Mashabi. I due non sanno di essere intercettati: si parla di corpo nascosto a un metro da terra, di intenti violenti, di fuga in Marocco.

Alla

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori

Video del giorno

Val d'Ega imbiancata: le ferite ricucite di Vaia

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi