Nuovi guai per Andy Milo Si finge avvocato per spillare quattrini

Vittima del cantante ballerino un 40enne del Veneziano minacciato di finire in tribunale per aver contattato una donna poi rivelatasi una prostituta 

casale di Scodosia

Tentata estorsione in concorso ai danni di un 40enne del litorale veneziano, di nuovo nei guai Andrea Franzon di Casale di Scodosia, al secolo cantante e ballerino Andy Milo, già in passato protagonista di indagini per stalking, diffamazione via internet, calunnia e tentata estorsione.


Di lui si era occupata la trasmissione “Striscia la Notizia” dopo la denuncia da parte di un giovane del basso Piave che era esasperato dalle chiamate continue di Franzon-Milo, il quale chiedeva del denaro per non diffondere i suoi gusti sessuali scoperti nel corso di una chiamata a un numero messo a disposizione su un sito di incontri.

Ora la nuova vittima è un quarantenne che risiede sul litorale, persona mite e per bene, minacciato di finire in causa e quindi in tribunale per aver contattato una donna che si era qualificata poi come “prostituta”.

Franzon si era presentato come avvocato della donna pronto a presentare la causa ai danni del 40enne se non avesse pagato certe somme alla signora tramite operazioni di accredito on line e quindi una apposita postepay. Il sedicente avvocato e la donna, non identificata, qualificatasi come meretrice, esigevano i soldi entro la serata pena una causa che lo avrebbe trascinato in tribunale. Lui però non si è dato per vinto e ha subito presentato denuncia al commissariato di Jesolo che ha avviato le indagini, coordinate dal pubblico ministero Gava.

Gli investigatori sono risaliti fino all’abitazione di Franzon, trovando tra l’altro un’infinità di telefoni e schede di cellulari con tutti i numeri utilizzati probabilmente per altre truffe.

Il 40enne si è affidato ai legali Matteo Giuseppe D’Anna, Natascia Cella e Walter Drusian e si è costituito parte civile. Ieri in tribunale a Venezia si è celebrata l’udienza preliminare davanti al giudice Paccagnella. Franzon, in arte Andy Milo, ha chiesto di essere giudicato con rito abbreviato.

Il giudice ha ammesso la costituzione di parte civile ed è stata fissata l’udienza di discussione il 16 giugno. Franzon è agli arresti domiciliari per altre vicende giudiziarie che lo hanno coinvolto in precedenza. —

Giovanni Cagnassi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

Tamberi medagliato: "Cari padovani, cari veneti, un pezzetto è anche vostro"

Frittata con farina di ceci e zucchine

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi