Dimezzati dalla Regione i fondi per la bieticoltura La protesta della Cia

PONTELONGO

La Regione stanzia i fondi a sostegno della bieticoltura ma sono più che dimezzati rispetto al recente passato. Scelta che lascia quanto meno perplessi gli agricoltori.


«Fermo restando che si tratta di una boccata d’ossigeno in questo periodo di grandissima difficoltà, anche a causa della pandemia» sottolinea da parte sua Cia-Agricoltori Italiani di Padova «rileviamo che la Giunta regionale ha tagliato il fondo che fino allo scorso anno ammontava a 800 mila euro. Secondo gli ultimi dati di Veneto Agricoltura, in provincia sono coltivati a barbabietola 2. 218 ettari, per un fatturato medio annuo di 5 milioni di euro».

Solo nel Padovano sono 400 le aziende agricole che producono barbabietola da zucchero e che potenzialmente sono interessate a ricevere i contributi a fondo perduto della Regione che per il 2021 sono però scesi a 350 mila euro complessivi. Tutte le imprese conferiscono allo storico zuccherificio del paese, punto di riferimento dell’intero Nord Italia.

«Un’eccellenza» sottolinea il direttore di Cia Padova, Maurizio Antonini «che siamo tenuti a salvaguardare, per il bene della filiera agroalimentare. Ogni attore del sistema è chiamato a fare la propria parte. Bene che la Regione conceda degli aiuti a quelle attività che si occupano di questa coltivazione, perché significa aiutare in modo concreto la filiera corta, con ricadute positive sulla sostenibilità ambientale e sulla redditività del settore. Auspichiamo che queste risorse siano almeno riportate ai livelli del 2020. Sottoporremo l’istanza nelle sedi più opportune, in una logica di massimo supporto a un comparto che non si è mai fermato, nemmeno durante il lockdown severo di un anno fa».

«La filiera» aggiunge Paola Franceschin, titolare dell’omonima azienda agricola a Piove di Sacco e socio cooperatore di Coprob «va sostenuta dalle istituzioni. Lo zucchero al 100% italiano è un patrimonio di alta qualità. Le nostre barbabietole continuano a dare ottimi risultati, anche grazie al lavoro di centinaia di agricoltori». ––



Fiammiferi di asparagi con aspretto di ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi