Contenuto riservato agli abbonati

Covid, estubato il giornalista Enzo Spatalino: è ricoverato dal 22 marzo

Sta registrando grossi miglioramenti. "Sono ancora frastornato, è successo tutto così in fretta", ha detto. "Spesso mi è sembrato di vivere dei lunghi e brutti sogni. Finalmente ora vedo un po’ di sereno"

VIGONZA. Sta meglio il giornalista televisivo Enzo Spatalino, dal 22 marzo ricoverato per Covid all’ospedale di Cittadella. Non è più intubato e sedato ma è ancora sotto ossigeno.

Sta registrando grossi miglioramenti. «Sono ancora frastornato, è successo tutto così in fretta» dichiara «Spesso mi è sembrato di vivere dei lunghi e brutti sogni. Finalmente ora vedo un po’ di sereno.

Qui a Cittadella ho trovato disponibilità e preparazione professionale eccezionali, da fare invidia a ospedali più famosi».

Il giornalista Spatalino grave con il Covid, il video di auguri di amici e colleghi

Di paura Spatalino ne ha avuta tanta: «Per me è una grande esperienza di vita, che lascerà segni indelebili: sono una persona che ha paura del male e devo molto a mio figlio Stefano che mi è stato sempre vicino e mi ha convinto a tornare in ospedale facendomi capire la gravità del momento».

Spatalino non dimenticherà e intende dedicare le prime trasmissioni a questo flagello. «Voglio far conoscere quanto più possibile questa storia “vera”, che possa essere esempio». —

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi