Contenuto riservato agli abbonati

Tenta di evitare lo schianto: così la Bmw “entra” in casa all’ora di pranzo

Galliera: paura per la proprietaria intenta ai fornelli e il figlio in smart working, illeso il conducente, ferito l’altro automobilista

GALLIERA. Due auto si scontrano all’incrocio, una vola fuori strada e finisce parcheggiata nel salotto di un’abitazione.

Un incidente dall’esito a dir poco surreale, con sfumature estetiche da action movie americano, e che – fortunatamente – non ha avuto conseguenze drammatiche. È successo ieri, attorno a mezzogiorno, a Galliera Veneta, in via Campagna all’angolo con via San Pio X. La casa è quella dell’ex collaboratrice scolastica del paese Orsola Miceli, 80 anni, che si trova al civico 168 di via San Pio X.

La pensionata – che in quel momento si trovava nella sua abitazione – aveva trascorso una mattinata tranquilla, divisa tra le faccende domestiche e qualche lettura. Arrivata l’ora di pranzo l’anziana si è sistemata in cucina per preparare il pasto. In casa con lei c’era il figlio, Mario Sgarbossa, impegnato nello smart-working. Insomma, una giornata come tante. Almeno fino a quando la quiete di un normalissimo lunedì è stata sconvolta da un botto tremendo, con vetri che volano ovunque, e una berlina, una Bmw, che si incastra letteralmente nell’ingresso di casa, abbattendo un muro portante.



Il racconto di Sgarbossa: «Intorno a mezzogiorno la mamma era in cucina: se si fosse trovata sulla sua poltrona avrebbe rischiato di farsi davvero male. In quel momento io mi trovavo davanti al computer immerso nel lavoro. In questo periodo sono in smart-working, ero nel mio studio». Cosa è successo? «C’è stato un incidente, due auto sono entrate in collisione e una Bmw si è praticamente parcheggiata dentro casa. Per fortuna c’era un secondo muro e la vettura si è fermata».

Questione di attimi: «Non abbiamo fatto in tempo a sentire nulla, siamo stati travolti dai vetri che entravano».

[[ge:gelocal:mattino-padova:site:1.40145486:gele.Finegil.Image2014v1:https://mattinopadova.gelocal.it/image/contentid/policy:1.40145486:1618297588/image.jpg?f=detail_558&h=720&w=1280&$p$f$h$w=a952e14]]

Mamma e figlio hanno temuto per la loro incolumità: «Ci siamo spaventati molto. Avevo paura che la macchina prendesse fuoco, ma era un modello abbastanza nuovo, quindi non è successo nulla. Ero bloccato, c’erano le inferriate alle finestre, per cinque minuti non ho potuto muovermi e raggiungere la mamma». Le conseguenze della carambola non sono state fortunatamente drammatiche: «Il giovane conducente della Bmw non ha riportato ferite. Sono riuscito a parlarci subito, era cosciente. Mi ha detto che per schivare un’auto – una Kia Venga – purtroppo ha perso il controllo della sua; viaggiava sulla principale via Campagna, da Cittadella verso Galliera, mentre l’altro conducente era su via San Pio X. Ho allertato i soccorsi, dopo pochi istanti sono arrivati i carabinieri e un’ambulanza, oltre ai vigili del fuoco, che hanno messo in sicurezza i mezzi». Il personale sanitario del 118 ha prestato assistenza ai due automobilisti: «Mia mamma era nel panico più totale, per tranquillizzarla ho pensato fosse il caso di farle trascorrere il pomeriggio da mia sorella». I danni sono ancora da quantificare: «Dobbiamo sentire i periti, a seguito dell’abbattimento un pezzo di muro è stato portato via». Nell’immediatezza del fatto si è provveduto alle operazioni di puntellamento del poggiolo da parte di una ditta con la collaborazione della squadra dei pompieri della città murata. Il conducente della Kia Venga è stato preso in cura dal personale del Suem e trasferito in ospedale, illeso invece quello della Bmw. I carabinieri della stazione di Tombolo hanno deviato il traffico ed eseguito i rilievi del sinistro. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi