Contenuto riservato agli abbonati

Piazzola, il Loggiato palladiano con una nuova luce: di notte splende nella Versailles del Veneto

(foto di Andrea Marcon)

Completato l’intervento di illuminazione a led anche nelle arcate superiori. Callegari: «Ora trasmette vita e gioia»  

PIAZZOLA SUL BRENTA. Il centro storico torna a risplendere di una luce nuova. Il Loggiato palladiano, che abbraccia metà piazza Camerini unendosi alla reggia Contarini, in questi giorni spicca radioso nel complesso storico-architettonico del centro cittadino. Dopo i lavori nelle arcate inferiori di qualche mese fa, ora è stato realizzato l’intervento nella parte superiore con il risultato che la struttura anche di sera risulta illuminata a giorno. Fino alle 22, termine per il coprifuoco, è tutto illuminato, poi l’atmosfera si fa più intima con il calore delle storiche lanterne.

Le storiche lanterne


I lavori eseguiti hanno visto l’inserimento di nuovi faretti a led che proiettano la luce verso le volte, completamente ripulite. Sono poi state sostituite tutte le 14 lampade alogene nelle lanterne storiche, ripulite e lavate anche queste, sempre con lampade a led. Infine sono state sostituite con luci a led anche le lampade nel vano scala che porta alla parte superiore del loggiato. Il costo dell’intervento è di 8. 000 euro, oltre a quello degli operatori comunali per ripulire la struttura. Un’operazione ad effetto sicuro: impossibile non notarne la differenza. Le colonne e le volte di sera brillano e, assieme alle luci della piccola Versailles del Veneto, offrono una cartolina suggestiva ed unica della città. Peccato solo non poterci vedere aperti i locali che si trovano nella parte inferiore del Loggiato e che prima dell’emergenza sanitaria animavano il centro radunando centinaia di giovani. Mancano purtroppo le persone, e le migliaia di visitatori del mercatino dell’antiquariato, a rendere viva la piazza, ma il calore e l’atmosfera sono già pronti per un ritorno alla normalità.

L’assessore Callegari

«Il risultato è proprio bello», ammette l’assessore ai Lavori pubblici Igor Callegari, che ha fortemente voluto l’intervento. «Da anni guardavo la nostra piazza buia e triste. Un complesso monumentale così bello si spegneva con il giorno. Ora almeno trasmette, anche di sera, vita e gioia, di cui abbiamo tanto bisogno in questo periodo. A livello di consumi prima c’erano 20 fari alogeni, da 500 watt ciascuno, che venivano utilizzati durante le manifestazioni e che ora abbiamo rimosso. I faretti a led sono da 20 watt e le lanterne da 18: anche se accesi tutti, si arriva a risparmiare un bel po’. Tutta la luce di oggi consuma meno di tre fari alogeni che erano installati in precedenza. Prossimo obiettivo ora è tutto il comune. Il progetto di rinnovamento ed efficientamento della pubblica illuminazionee è iniziato dalle Logge Palladiane, cuore del nostro territorio, ma ora prosegue fuori nel triplice obiettivo di garantire una soluzione normativa, estetica ed economica. La settimana prossima scade l’appalto del project financing per la sostituzione, con tecnologia a led, dei 2400 punti luce di tutto il comune. Se tutto va come previsto a fine anno tutta Piazzola avrà una luce nuova». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi