Panda brucia, notte di paura Sgombrato un condominio

Le fiamme hanno lambito  la palazzina con diversi appartamenti: evacuato l’immobile per alcune ore Inagibile l’alloggio al piano terra

CERVARESE SANTA CROCE

L’incendio che si è sviluppato nel cuore della notte all’interno di una Fiat Panda parcheggiata a ridosso di una casa, ha tenuto con il fiato sospeso alcuni residenti in via Montebello, nella frazione di Montemerlo di Cervarese Santa Croce. Oltre a distruggere completamente l’utilitaria, le fiamme hanno intaccato gli infissi esterni di legno dell’appartamento al piano terra di un piccolo condominio di tre piani dove vive con la famiglia, la moglie e due figli di 11 e 13 anni, il titolare del mezzo, un 49enne tunisino. A dare l’allarme intorno alle 3 di ieri notte è stato un vicino di casa richiamato dal bagliore delle fiamme e da un forte boato causato forse dallo scoppio del serbatoio della benzina della vettura. Sul posto una pattuglia di carabinieri della stazione di Lozzo Atestino, i vigili del fuoco del distaccamento di Abano Terme muniti di un’autopompa e un’autobotte con 5 operatori. All’arrivo dei soccorsi la famiglia era ancora in casa perché l’auto in fiamme era parcheggiata proprio di fronte alla porta d’ingresso. Messe in salvo le 4 persone, che fortunatamente non hanno riportato danni fisici, i pompieri hanno impiegato circa 2 ore e mezzo per domare il rogo. Durante le operazioni di spegnimento, per motivi di sicurezza, sono stati evacuati anche gli appartamenti dei piani superiori del fabbricato. Gli occupanti hanno potuto rientrare intorno alle 6 del mattino. Non hanno potuto fare rientro nell’appartamento al piano terra, invece, i 4 componenti la famiglia originaria della Tunisia che sono stati ospitati provvisoriamente nel ristorante con alloggio Il Bosco di Cervarese Santa Croce. L’appartamento al piano terra è stato dichiarato inagibile a causa delle esalazioni prodotte dall’incendio che hanno danneggiato pure l’impianto elettrico. Sulle cause dell’incendio sono in corso accertamenti da parte da parte dei vigili del fuoco e dei carabinieri. A innescare le fiamme sembra sia stato un gusto all’impianto elettrico della Panda ma non si escludono altre ipotesi. Compresa quella del dolo. —


Gianni Biasetto

Fiammiferi di asparagi con aspretto di ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi