Il Rotary delle Terme raccoglie buoni spesa per famiglie in difficoltà

ABANO TERME

Ad Abano nasce il caso del disboscamento di una porzione di monte del San Daniele. Il Comune ha aperto una sorta d’indagine in merito al disboscamento di una parte del monte, quella presente lungo via San Daniele, ai piedi del colle.


«Si tratta di una fascia che sarà all’incirca di 3-4 metri», racconta l’assessore ai Lavori Pubblici Gian Pietro Bano.

«In quella zona sono state tolte piante, per la maggior parte di piccolo fusto, che non possiamo di certo classificare come alberi. Se si tratta quindi di un’operazione di pulizia del sottobosco non servono autorizzazioni da parte dei privati che hanno eseguito le opere».

Discorso contrario se l’operazione sia stata ben più ampia. «Se invece la pulizia ha riguardato anche delle piante di diametro maggiore e quindi degli alberi, allora ci sarebbe voluta un’autorizzazione a procedere», spiega ancora Bano. «È su questo che stiamo facendo delle verifiche, per capire che tipo di piante siano state interessate. L’augurio è che si sia trattato di una semplice operazione di pulizia del sottobosco».

L’assessore spiega le motivazioni che hanno portato i privati ad intervenire in questo periodo. «L’operazione è stata voluta certamente per fare in modo di mettere la parola fine ai continui abbandoni di rifiuti ai piedi del colle», svela Bano. «Quella è una zona che è da anni presa di mira dagli incivili, che scaricavano in mezzo alle piante un po’di tutto. Così facendo si va di fatto a togliere ogni possibilità di nascondiglio di rifiuti e quindi gli incivili avranno certamente minor spazio di manovra. È altresì chiaro che va stabilito se l’intervento sia stato possibile e in regola con le normative vigenti». Poco distante, davanti all’ex discoteca Par Hasard, è stato ripulito il parcheggio e recintata l’area con una rete. ––

F. FR.

Fiammiferi di asparagi con aspretto di ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi