Arpav, qualità dell’aria classificata accettabile

PONTE SAN NICOLò

L’Arpav ha pubblicato la relazione finale della campagna di monitoraggio della qualità dell’aria svolta in paese tramite una stazione mobile posizionata in via Garibaldi, nell’area del parcheggio antistante il cimitero. Il monitoraggio, commissionato dal Comune, si è svolto l’anno scorso, con una prima fase che si è tenuta tra gennaio e marzo e quindi, in un secondo momento, tra agosto e fine settembre. Nel centinaio complessivo di giornate analizzate, sono prevalse nettamente condizioni di qualità dell’aria che Arpav classifica come “accettabile”, anche se ci sono state, seppur con frequenze minori, condizioni di qualità “mediocre” (15%) e “scadente” (14%). Nell’analisi dei risultati bisogna tenere conto che nel corso dei periodi di osservazione si sono registrate condizioni meteorologiche piuttosto sfavorevoli alla dispersione degli inquinanti. Dalle misure effettuate emerge che i parametri critici sono gli stessi che meritano particolare attenzione a livello provinciale: l’ozono nel periodo estivo, le polveri fini Pm10 soprattutto in termini di superamenti del limite giornaliero e il benzo(a)pirene, specie nel periodo invernale. Gli altri inquinanti misurati, quali il monossido di carbonio, il biossido di zolfo, il benzene e il biossido di azoto, sono risultati sempre entro i limiti di legge, anche se quest’ultimo rimane da tenere sotto controllo, specie nei mesi invernali. ––




Fiammiferi di asparagi con aspretto di ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi