Contenuto riservato agli abbonati

Operaio morì ustionato, nessun colpevole per l'incidente alle Fornaci Zulian

Si era incendiata una nuvola di polvere di legno, un evento imprevedibile: assolti il direttore e il rappresentante legale dell'azienda di Fontaniva

FONTANIVA. Una nuvola di polvere di legno era fuoriuscita improvvisa dal silo e si era “accesa” come una miccia. Poi quel fuoco aveva investito in pieno la ruspa azionata da un operaio che non aveva avuto scampo, trasformandosi in una torcia umana. Una fine drammatica per Domenico Zanarella, 44enne di Rosà, operaio nelle Fornaci Zulian di Fontaniva.

Una fine senza colpevoli perché quell’incidente sul lavoro è stato il frutto di una fatalità imprevista e imprevedibile.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori

Video del giorno

Val d'Ega imbiancata: le ferite ricucite di Vaia

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi