Operazione rilancio Negozi gratis in centro per sostenere le attività

Parte il 17 aprile il percorso per il riuso degli spazi sfitti In Galleria Mantegna apriranno quattro punti vendita

Silvia Bergamin / CITTADELLA

Spazi sfitti in comodato d’uso gratuito. Dopo lo stop forzato imposto dal Covid, il progetto Meantime riprende vita dal 17 aprile: quattro realtà apriranno per dieci settimane in Galliera Mantegna, in centro a Cittadella, nel palazzo del municipio.


Il progetto

Nato nell’ambito del Distretto del Commercio, in collaborazione con Cescot Veneto e le associazioni di categoria, Meantime si configura come un percorso per il riuso temporaneo di quegli spazi a oggi sfitti, così da rilanciarli e darne rinnovata visibilità. «L’uso temporaneo permette di offrire soluzioni flessibili e vuole rilanciare il commercio e il centro come luogo interattivo per eventi e arte, un mix di partecipazione e sostenibilità», sottolineano il sindaco Luca Pierobon e l’assessore al commercio Filippo De Rossi. Da mesi la manager del Distretto Valeria Pluti e l’ingegnere Roberta Re si sono attivate con De Rossi, grazie anche alla collaborazione delle agenzie immobiliari: i negozi vuoti dentro le mura sono 29, pari al 13%.

Le riaperture

In Galliera Mantegna nelle prossime settimane apriranno quattro realtà: Alessia Antonello, mamma di due bambini, aprirà “Ale Soft Craft”, mostrando abiti, bavaglini, kit asilo e molto altro, realizzati da lei. Particolare il laboratorio sartoriale della giovane creativa Carolina Tessarolo: “Love Couture” , con abiti e accessori di vario tipo, oggetti unici pensati su misura per il cliente nella direzione soprattutto della casa. C’è poi lo spazio della cooperativa sociale “Angoli di Mondo” che opera a Padova da 35 anni: a Cittadella si occupa solo di commercio equo e solidale, ma ha deciso di portare tra le mura il mercato dell’usato e un laboratorio in cui lavoreranno persone con fragilità. Da un’idea di Laura Cavestro, titolare di Civicovent8 di Monselice, ecco “L’ospedale degli orsi”, un laboratorio creativo dove si potranno portare i propri pupazzi datati e rovinati.

«Galleria Mantegna ha delle straordinarie potenzialità, pensiamo a un evento che possa rilanciarne la suggestione, sia degli spazi interni che esterni», sottolinea Pluti. «Cittadella guarda al futuro», chiosa De Rossi. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Vellutata di asparagi al latte di cocco

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi