Padova, devastato dai vandali il cimitero dell'Arcella alla vigilia di Pasqua

La Polizia: una scena mai vista. Distrutte tombe di famiglia, sradicate croci, sono stati addirittura distrutti loculi. Ma nessuna tomba sembra profanata

PADOVA. L’allarme l’ha dato verso le sette del mattino un’anziana che in lacrime ha telefonato al 113. Alla vigilia di Pasqua qualcuno ha devastato il cimitero dell’Arcella: “Una scena mai vista prima“, ammettono gli stessi investigatori della polizia che ora stanno compiendo i rilievi all’interno.

Devastato il cimitero di Padova, lapidi spaccate e vetrate rotte

Sono state distrutte tombe di famiglia, sradicate croci e impiantate agli ingressi delle cappelle, sono stati scoperchiati alcuni loculi ma le urne all'interno non sembrano profanate. Un accanimento perfino difficile da spiegare, secondo le descrizioni fornite fino a questo momento da chi sta eseguendo i rilievi all’interno.

I vandali sono entrati dal parco Milcovich e hanno distrutto tutte le telecamere, prima di dare il via al raid.

Devastato il cimitero dell'Arcella: i primi rilievi della Polizia

La scientifica sta eseguendo i rilievi e sono all’esame degli investigatori i pochi filmati ripresi dalla videosorveglianza prima della distruzione.

Dopo aver distrutto il cimitero i vandali hanno scavalcato un muretto e sono entrati nella sede della polisportiva Arcella, dove hanno fatto altri danni e soprattutto dove si sono lavati lasciando poi i rubinetti aperti.

Raid dei vandali al cimitero dell'Arcella, l'assessore Benciolini: le telecamere hanno ripreso

“È sicuramente qualcuno che conosce il posto, se sapeva che in quella zona era possibile lavarsi“, commenta una persona vicina alla parrocchia. Il cimitero resta chiuso visto che inizieranno i lavori di sistemazione. Il cimitero riapre sabato alle 15.30.

Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi