Morte di Mattia Fogarin: l'autopsia conferma l'ipotesi del suicidio

Il giovane avrebbe cercato di togliersi la vita ferendosi con un coltello prima di gettarsi nel Bacchiglione

PADOVA. Presentava una ferita alla gola compatibile con una coltellata il corpo di Mattia Fogarin, il ragazzo padovano di 21 anni morto per probabile suicidio e il cui corpo è stato ritrovato giovedì mattina nel Bacchiglione. Lo hanno rilevato gli accertamenti sul cadavere e l'autopsia eseguita venerdì pomeriggio.

Secondo la Procura della repubblica il ragazzo avrebbe tentato di uccidersi piantandosi un un coltello alla gola, prima di decidere di farla finita gettandosi nel fiume. Al momento non ci sono sospetti che qualcun altro lo abbia aggredito; la stessa famiglia aveva detto ai carabinieri che Mattia prima di allontanarsi di casa, domenica 21 marzo, avrebbe preso un coltello da cucina.

Tuttavia nulla verrà tralasciato: i militari procederanno all'acquisizione dei tabulati telefonici per capire se qualcuno abbia avvicinato Mattia.

All'origine del gesto si ipotizza una delusione amorosa. I funerali si terranno la settimana prossima.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Padova, bloccati i server dell'Usl 6. La situazione al punto vaccinale in Fiera

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi