Meno positivi e ricoveri Focolaio al Due Palazzi «Un moderno Calvario»

padova

Contagi e ricoveri in calo nel Padovano. Nelle ultime ventiquattro ore sono 356 i nuovi contagi tra Padova e provincia: questo porta gli attualmente positivi a 8.719, 76 in meno rispetto al giorno prima in virtù delle numerose negativizzazioni. Calano, appunto, anche i ricoverati: i 464 di giovedì sera sono scesi ieri a 455. Di questi 82 sono in Terapia intensiva, 338 in area non critica e 35 in ospedale di comunità. Nell’ultima giornata si è infine registrata una sola vittima con Covid-19. Da inizio pandemia, i decessi sono stati 1.601.


focolaio al due palazzi

Particolarmente critica è la situazione della Casa di reclusione di Padova, dove un focolaio di circa ottanta positivi al Coronavirus ha costretto a riorganizzare due apposite sezioni dedicate ai contagiati. Anche don Marco Pozza, cappellano del carcere, ieri ha raccontato la situazione al Due Palazzi: «Persone ergastolane che traslocano di cella, sezioni trasformate in reparti-infettivi, tristezza sui volti, rumori di ferro, voci che si accavallavano, stridìo dei gabbiani incuranti d'essere stonati in questo giorno. La paura per chi è intubato all'ospedale. Un Calvario moderno, la nostra piccola Via-Crucis in diretta».

addio a maurizio

Il virus si è portato via un imprenditore molto conosciuto a San Martino di Lupari: Maurizio De Polli, 91 anni, di San Martino di Lupari, ricoverato da sabato scorso a Cittadella. Vedovo di Cesarina, era padre di Giovanna, Rossella, Maura e Marina. Maurizio, storico impresario edile, ha scoperto di essere positivo al virus 15 giorni fa. Il funerale sarà celebrato mercoledì alle 10 in duomo a San Martino di Lupari.

il lutto per danilo

Lutto a Villa del Conte per la morte di Danilo Conte. Persona molto conosciuta e stimata, per la lunga carriera di imprenditore nel campo delle carpenterie metalliche e di volontario in parrocchia, avrebbe compiuto 80 anni a luglio. Da una decina di anni aveva una situazione di salute complicata e a questa si è aggiunto il contagio da Covid-19. Ricoverato sabato scorso, è spirato giovedì all’ospedale di Camposampiero lasciando nel dolore la moglie Lidia e i figli Celestina, Pietro e Massimo. Il funerale sarà martedì alle 15.30 nella chiesa di Villa del Conte. —

giusy andreoli

silvia bergamin

nicola cesaro

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi