Mancano vaccini, a Padova e provincia stop alla prima dose a ultraottantenni

La sospensione annunciata dall'Usl 6 Euganea dal 1 al 7 aprile. Prosegue invece la somministrazione delle seconde dosi Pfizer

PADOVA. A causa di ritardi nelle forniture vaccinali previste, le somministrazioni della prima dose di vaccino Pfizer programmate per gli ultraottantenni (dagli 80 anni in su) sono temporaneamente sospese a partire da domani, giovedì 1 aprile, e fino a mercoledì 7 aprile incluso. Lo ha annunciato l'Usl 6 Euganea.

Gli appuntamenti fissati mediante lettera per la prima dose agli ultraottantenni sono sospesi in tutte le sedi vaccinali di Padova e provincia.

I cittadini di cui l’Ulss 6 Euganea dispone di un contatto telefonico vengono raggiunti anche da un SMS di sospensione dell’appuntamento. Pertanto, si invitano i cittadini ultraottantenni e i loro accompagnatori a non presentarsi all’appuntamento fissato nei giorni sopra indicati.

Gli appuntamenti sospesi verranno riprogrammati appena la disponibilità dei vaccini lo consentirà, già a partire dalla prossima settimana, secondo modalità di cui sarà data ampia comunicazione e che verranno indicate anche nel nostro sito internet al link: https://www.aulss6.veneto.it/Vaccinazioni-Anticovid-19

Si precisa che la campagna di somministrazione delle seconde dosi di vaccino Pfizer agli ultraottantenni procede invece secondo programma, con la conferma di tutti gli appuntamenti fissati.

La capacità di somministrazione dei nostri centri di vaccinazione rimane di 6-8mila vaccini al giorno, ma i rallentamenti delle forniture, scrive la Usl 6, costringono a battute d’arresto imprevedibili e forzate.

Fiammiferi di asparagi con aspretto di ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi