Pellegrinaggio solo in auto al santuario di Monteortone

La parrocchia di Torreglia invita i fedeli a salire alla pieve  di S. Sabino sul Colle della Mira  aperta a Pasquetta grazie  a un gruppo di volontari

ABANO terme

Pellegrinaggi al santuario della Madonna della Salute di Monteortone in auto quest’anno, da parte delle 15 comunità parrocchiali dell’area dei Colli e delle Terme a causa dell’emergenza sanitaria.


«I fedeli prenderanno posto all’interno fino alla capienza del santuario distanziati (due per banco) nel rispetto delle norme anticontagio», afferma il parroco di Monteortone, don Danilo Zanella. Una soluzione, questa, scelta per non interrompere dopo quasi 400 anni una tradizione molto cara ai fedeli, iniziata nel 1630 per ringraziare la Vergine della guarigione dalla peste che imperversava in zona. Lo scorso anno, nonostante l’emergenza Covid alcuni fedeli delle comunità parrocchiali di Torreglia e Luvigliano, con in testa i parroci don Franco e don Placido e il sindaco Filippo Legnaro, in rappresentanza della comunità civile, rispettando il distanziamento il giorno di Pasquetta si sono recati a piedi al santuario. Senza la banda e senza le immagini sacre portate a spalle dai fedeli com’è usanza. «Quest’anno è impossibile celebrare il pellegrinaggio nel modo tradizione», scrive nel bollettino della parrocchia di Torreglia, don Franco. «Ciò non impedisce ma, a ragione della situazione sanitaria nella quale siamo ancora impantanati, incoraggia ad emulare la fede dei nostri padri e madri che nel XVII secolo e in una situazione analoga alla nostra, ricorsero alla preghiera alla Vergine». Il parroco invita i fedeli Lunedì di Pasqua, giorno che per tradizione la parrocchia di Torreglia apriva i pellegrinaggi a Monteortone delle comunità della zona, a salire alla chiesetta di San Sabino di Torreglia Alta per una preghiera personale alla Madonna del Carmine che è custodita nel piccola pieve sul Colle della Mira, che per l’occasione sarà aperta grazie all’impegno dell’associazione Portatori della Madonna del Carmine dalle 8.30 alle 17. Nel frattempo nella nicchia mariana che si trova nella chiesa parrocchiale di Torreglia verrà collocato un cesto dove, chi lo vorrà, potrà deporre un foglio con una preghiera o invocazione. —

Gianni Biasetto

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi