Chiede un passaggio e va in crisi epilettica Lui lo scarica e fugge

Omissione di soccorso per un 48enne di S. Martino di Lupari Trauma cranico per il ragazzo ventenne: portato in ospedale

/ LOREGGIA

In piena notte ha fermato l’auto, ha scaricato sulla carreggiata il passeggero in preda a una crisi epilettica e si è allontanato abbandonandolo alla sua sorte. L’automobilista è stato rintracciato dai carabinieri di Camposampiero e denunciato per omissione di soccorso aggravata. A finire nei guai il 48enne P. C. di San Martino di Lupari; il giovane abbandonato è un ventenne, B. I. , nato in Tunisia e residente a Vedelago, nel Trevigiano. Sull’episodio stanno indagando i militari di Camposampiero.


L’episodio è accaduto la notte del 18 marzo. Era l’una quando alcuni automobilisti in transito sulla strada regionale 308 che collega Padova a Resana hanno segnalato la presenza di una persona stesa a terra sul ciglio della nuova Strada del Santo. Sul posto sono arrivati una pattuglia dei carabinieri e un’ambulanza del Suem, entrambe da Camposampiero. Ai soccorritori il giovane, in conclamata crisi epilettica, è riuscito a spiegare di essere stato spinto giù dall’auto dall’uomo al quale aveva chiesto un passaggio per tornare a casa vista la mancanza di mezzi pubblici.

Mentre B. I. veniva trasportato al Pronto soccorso del Pietro Cosma, la pattuglia si è messa alla ricerca del veicolo, rintracciato quasi subito, viaggiava verso Castelfranco Veneto. Ai militari che chiedevano al conducente ragione del fatto, l’uomo ha finto di cadere dalle nuvole? «Quale ragazzo?» avrebbe chiesto, per chiudersi poi in un mutismo. A quanto pare l’uomo si dev’essere spaventato nell’assistere alle convulsioni del giovane ma soprattutto per le possibili conseguenze che avrebbero potuto causargli l’essere trovato assieme al trasportato. Altrimenti non ci sarebbe stato motivo di non chiamare i soccorsi.

In ospedale si è scoperto che il giovane è effettivamente in cura per la patologia epilettica. In seguito ai primi accertamenti clinici i sanitari gli hanno riscontrato un trauma cranico non commotivo e una seria intossicazione alcolica.

Le indagini proseguono, gli investigatori avrebbero trovato delle contraddizioni, particolari che non tornano. Ad esempio se i due già si conoscevano e dove sarebbe stato preso a bordo il giovane. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Fiammiferi di asparagi con aspretto di ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi