Travolta in bicicletta mentre va al lavoro, pirata della strada inseguita e bloccata da un'insegnante

Per l’urto la donna è volata nel fosso, la prognosi è riservata. L’investitrice è stata poi raggiunta e costretta a fermarsi

SAN MARTINO DI LUPARI. Si stava recando al lavoro in bicicletta, quando un’automobile l’ha investita senza fermarsi a prestarle soccorso. A metterla di fronte alle proprie responsabilità ci ha però pensato un’insegnante, che ha inseguito la pirata della strada obbligandola allo stop.

Per l’impiegata investita un drammatico volo nel fosso e diversi traumi, la prognosi è riservata. L’ennesimo incidente che ha coinvolto una ciclista si è verificato ieri alle 14 lungo via Sommavilla, una strada che collega il territorio di Tombolo con quello di San Martino di Lupari.


La donna – che vive a Tombolo e ha 31 anni – si stava recando al lavoro, vive ad un chilometro dalla sua azienda. Un tragitto che percorre ogni giorno. Si trovava sul ciglio della strada in sella alla sua bici, era proprio davanti al cancello dell’azienda e stava per entrare, ma è stata urtata da una Fiat Tipo che procedeva da San Martino di Lupari verso Tombolo.

I rilievi dei carabinieri di San Martino di Lupari hanno evidenziato che sulla strada non ci sono segni di frenata. La ciclista è stata toccata dal paraurti, è stata caricata sul cofano e ha impattato contro il cristallo anteriore del mezzo. Ed è poi volata una decina di metri più in là, scaraventata dentro al fossato che costeggia la provinciale.

La conducente dell’auto che ha investito la malcapitata non si è fermata, ma dietro di lei c’era una maestra di Galliera che stava tornando da scuola, che non ha assistito allo schianto, ma che ha intuito cosa fosse successo e non ci ha pensato un attimo: immediatamente si è messa ad inseguire la Fiat Tipo.

Con decisione, le ha fatto dei segnali con i fanali e ha suonato a più riprese il clacson, e poi visto che non si decideva a fermarsi si è addirittura affiancata ed è riuscita a bloccarne la corsa.

Nel frattempo la giovane vittima è stata prima soccorsa dal personale sanitario arrivato in ambulanza da Cittadella e poi trasferita in elisoccorso all’ospedale di Padova, dove è stata sottoposta agli accertamenti medici del caso. —



© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi