Alta velocità per Bologna la maggioranza si divide

Approvata la mozione  per il finanziamento L’onorevole Caon: «Opera fondamentale per lo sviluppo di tutto il Nordest»

Maggioranza divisa con Coalizione civica che ha votato contro la mozione per il finanziamento e la realizzazione della linea alta velocità ferroviaria Padova-Bologna, depositata dal consigliere di Forza Italia Roberto Moneta e sottoscritta da esponenti sia della minoranza che della maggioranza. «Non si tratta di una questione politica», ha detto il consigliere, «si parla dotare Padova di quella infrastruttura necessaria affinché la nostra città possa essere velocemente collegata al capoluogo emiliano, a Firenze e a Roma».

Sul tema è intervenuto anche con forza il deputato di Forza Italia Roberto Caon: «Le istituzioni devono farsi carico di un progetto importante per tutto il nordest», ha detto il parlamentare, «siamo anche la regione più turistica d’Italia e la mancanza dell’alta velocità è un danno. Il costo dell’opera sarebbe di 5 miliardi ed entrerebbe a pieno titolo nel Recovery Fund». Sul tema è stato anche aperto un sito internet (avnordest.com) in cui sono disponibili le informazioni e la modulistica utile per promuovere la realizzazione dell’alta velocità.


«In Senato ho posto sul tavolo del governo la questione dell'Alta velocità ferroviaria», ha detto il senatore Udc Antonio De Poli, «ho chiesto al ministro delle Infrastrutture e dei trasporti, Enrico Giovannini, di introdurre la Padova-Bologna nel Piano nazionale per la ripresa e resilienza e adottare le iniziative di competenza per inserire tale tratta nel contratto di programma con Rete ferroviaria italiana Spa. Parliamo di un obiettivo che è del territorio: il miglioramento della dotazione infrastrutturale di Padova è uno step essenziale per il rilancio economico del Veneto e del Nord-est». —

Frullato di fragole, carote e semi oleosi

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi