Padova, via libera alla seconda linea del tram fino a Voltabarozzo

Il progetto da 60 milioni ha già ricevuto il finanziamento di 56 da parte del ministero. Apertura cantieri prevista per quest'anno

PADOVA. Via libera alla seconda linea del tram (tecnicamente il Sir3), che collegherà la stazione al quartiere di Voltabarozzo: è arrivato ieri l'ok definitivo della conferenza di servizi chiamata ad approvare il progetto definitivo che nei prossimi mesi verrà messo in gara.
 
Un progetto da oltre 60 milioni di euro che ha già ottenuto il finanziamento di 56 milioni da parte del Ministero. Nessuna prescrizione dagli enti partecipanti ma diversi pareri e osservazioni.
 
 
In particolare la Soprintendenza che aveva criticato l'alimentazione aerea del tram, prima contestando i rendering che non la mettevano in evidenza e poi puntando il dito sull'attraversamento delle Mura del Cinquecento, ha dato il suo via libera imponendo però che ci siano meno pali possibili e che si demoliscano le strutture esistenti di linee aree (per illuminazione e altro) che si sono stratificate nel tempo.
 
Anche per quanto riguarda il nuovo ponte sul canale Scaricatore, che sarà costruito a fianco di quello stradale esistente, il soprintendente Fabrizio Magani ha raccomandato particolare attenzione alla struttura (che sia il più possibile simile a quello esistente) e alla vegetazione.
 
Se il bando di appalto non avrà intoppi i lavori per la realizzazione della seconda linea potrebbero iniziare già entro il 2021.
 

Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi