Ripulire i parchi di Abano. Domenica la sfida di 50 volontari

La raccolta di due anni fa

In tre ore si cercherà di ripulire e abbellire gli spazi verdi cittadini. "Iniziativa aperta a chiunque abbia a cuore la sua città"

ABANO TERME. Una giornata per ripulire la città di Abano dai rifiuti. È quanto ha organizzato per domenica Tatiana Orlando, sui social nota come “Tati Noa”, che con un gruppo consistente di volontari ripulirà nel giro di tre ore quasi tutti i principali parchi di Abano.

Saranno una cinquantina i volontari che a tempi da record renderanno pulita la città. Una ventina di persone arriveranno dall’associazione C4U (City For You), con sede a S.Maria di Sala e fondata dalla stessa Tatiana Orlando. Una trentina invece i volontari dell’Assiscout di Abano.

«È mia intenzione dare seguito a quanto fatto già per il colle di San Daniele un anno fa, il 22 di febbraio, proprio allo scoppio della pandemia», racconta Tatiana Orlando. «L’evento di domenica vuole ricordare l’anno nel quale non si è potuto, per il Covid-19, dare seguito all’appuntamento. La mattina di domenica vuol essere di buon auspicio per un ritorno celere alla normalità».

Originaria di Abano, ma residente ora a Dolo, nel Veneziano, Tatiana Orlando era divenuta famosa nel territorio termale-collinare per aver voluto celebrare nel 2019 il suo 29esimo compleanno con la pulizia del parco delle Fiorine, a Teolo, sui Colli Euganei.

«Da allora si è intensificata la voglia di rendere pulite le nostre città, i parchi e i colli», spiega Tatiana. «Per domenica abbiamo deciso di concentrarci sul parco Chico Mendez, sul parcheggio del Ca’Grande, ma anche sul parco Pescarini e su quello vicino il campo da calcio del San Giuseppe, poi il parcheggio a fianco la pizzeria Nonloso, verso Torreglia. Sarà ripulito anche tutto il quartiere di Monteortone, comprese la zona dello stadio, via Monte Lozzo, fino alla birreria Corner. Arriveremo fino al parcheggio di fronte alla Gelateria delle Terme e proseguiremo verso la birreria Route 66. Infine pulizia in via Calle Pace e al parco di Giarre».

Il via dei lavori è previsto per le 9. 30 e in tre ore i volontari, rassicura Tatiana, avranno terminato il loro lavoro. «Bisognerà presentarsi muniti di guanti e scarpe spesse», spiega la volontaria. «Hera, che ha in gestione il servizio di raccolta dei rifiuti, ci fornirà gratuitamente pinze e sacchi. Terminata la raccolta segnalerò con l’app Il Rifiutologo di AcegasApsAmga dove avremo lasciato i sacchi pieni di rifiuti. La multiutility passerà a ritirare la spazzatura. Il sogno è creare una rete tale da fondare una sede di volontari anche ad Abano», conclude.––


 

Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi