Contenuto riservato agli abbonati

Covid, muore a Padova un’insegnante di 49 anni 

Lutto all’Istituto Briosco. Positiva prima delle vacanze di Carnevale, lunedì è spirata in ospedale. Lascia cinque figli. Il preside: «Tragedia immensa»

PADOVA. La media Briosco è in lutto. È morta Manuela Andreoli, 49 anni, sposata con cinque figli. Insegnava inglese dal 2017 alla scuola di via Filippo Lippi, all’Arcella, che fa parte del Terzo Istituto Comprensivo, guidato dal preside Stefano Rotondi. Era risultata positiva al Covid prima delle vacanze di carnevale. È spirata lunedì scorso dopo essere stata ricoverata in terapia intensiva all’ospedale civile. I funerali non sono stati ancora fissati. La donna risiedeva con la famiglia a Selvazzano.



Oggi pomeriggio, alle 18. 30, nell’auditorium della scuola, su richiesta dei genitori, si terrà un momento di raccoglimento in sua memoria. Ieri mattina il dirigente della Briosco ha scelto di ricordare la docente con un minuto di silenzio, alle 10 in punto, in tutte le classi della scuola media. Alla fine dei sessanta secondi è partito, spontaneo, un lungo e commovente applauso, a cui hanno partecipato in modo particolare anche gli alunni della sezione C, il corso dove insegnava da quattro anni. La drammatica notizia è stata data anche sul sito web della scuola.



«Era una delle insegnanti più stimate di tutta la scuola» sottolinea il preside Rotondi, laureato in economia all’Università di Bologna ed originario di Conselice, in provincia di Ravenna. «Faceva dell’insegnamento una missione di vita. Sempre in prima fila quando c’era da impegnarsi anche fuori dall’orario settimanale di lavoro. Era un’innovatrice sotto tutti gli aspetti. Era stata lei ad organizzare, poche settimane fa, un incontro telematico prima con una scuola media di New York e, successivamente, con un’altra scuola di Mosca, capitale della Russia. Mi stringe il cuore solo a pensare che una professionista del genere non ci sia più. Non la dimenticheremo mai. Sono in lutto non solo i colleghi e tutto il personale Ata dell’istituto, ma anche e specialmente gli alunni della sezione C. Si rendono conto benissimo di avere perso una docente bravissima e molto preparata, che li avrebbe accompagnati, con il massimo impegno personale, sino all’Esame di Stato del primo ciclo. Le più sincere condoglianze a tutti i suoi familiari. Siamo davanti ad una vera tragedia. Non si può morire a soli 49 anni e lasciare il marito e cinque figli».

È stato già deciso che ai funerali parteciperà, nel pieno rispetto delle normative anti-covid 19, una folta delegazione della Briosco, guidata dal preside.

Anche i ragazzi della sezione C saranno liberi di andare a dare alla professoressa Andreoli l’ultimo saluto nella chiesa dove saranno celebrate le esequie. La notizia della morte della docente d’inglese è stata accolta con grande dolore anche da parte degli insegnanti delle altre scuole dell’Arcella. In una classe della media Zanella una sua collega, che insegna anche alla Briosco, non ha trattenuto le lacrime mentre commentava la prematura scomparsa della professoressa Andreoli con gli alunni di una terza. —


 

Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi